Nextville - logo
 

Impianti a legna

Termostufe a legna

Le termostufe possono essere considerate l'evoluzione tecnologica delle tradizionali stufe, ma con tutte le funzioni e i vantaggi di una caldaia. Grazie all'ampio focolare, chiuso da uno sportello vetrato, evocano l'atmosfera propria di un caminetto.

Il vero vantaggio delle termostufe è la possibilità di produrre acqua calda sia per uso per uso sanitario che per il riscaldamento degli ambienti, utilizzando come terminali radiatori, ventilconvettori oppure pannelli radianti a bassa temperatura.

Più compatte rispetto alle caldaie, le termostufe presentano anche la comodità di non dover essere installate in un apposito locale caldaia e trovano quindi tranquillamente posto in salotto.

Le termostufe sono disponibili sul mercato con innumerevoli combinazioni di materiali, rivestimenti e funzionalità, adattabili alle più diverse esigenze tecniche ed estetiche. Possono riscaldare superfici fino a 200 m² e oltre, se abbinate ad altri generatori di calore.

Come funziona

Tutte le termostufe sono a focolare chiuso, dotate di uno sportello trasparente in vetroceramica. Particolari sistemi di post-combustione dei fumi permettono alle termostufe di raggiungere rendimenti superiori all'80% e di ridurre l'emissione di inquinanti in atmosfera.

Uno scambiatore di calore consente di scaldare tutta l'acqua di cui si ha bisogno; producono anche aria calda, che fuoriesce dalle griglie poste sulla parte anteriore della stufa, ma con la possibilità di canalizzarla nei locali adiacenti. Alcuni modelli sono anche dotati di forno e piastra radiante, per cucinare i cibi in maniera economica e naturale.

Due moderne termostufe a legna con forno incorporato
(fonte:www.jolly-mec.it)

L'alimentazione può essere unicamente a legna, a pellet (vedi "Termostufe a pellet") oppure a doppia alimentazione legna/pellet; in quest'ultimo caso, il passaggio da un combustibile all'altro avviene in maniera automatica, aumentando di parecchie ore l'autonomia di funzionamento della termostufa.

L'alimentazione a legna comporta nella stagione invernale la necessità di circa un paio di cariche manuali al giorno, in modo da assicurarne un funzionamento continuo.

La gestione delle termostufe avviene tramite un pannello di controllo, atrraverso cui è possibile regolare la combustione e modificare diversi parametri di funzionamento.

Soluzioni impiantistiche

In alcuni casi è possibile prevedere, in abbinamento alla termostufa, l'installazione di un serbatoio di accumulo dell'acqua calda.

Nelle stagioni in cui non vi è necessità di riscaldamento, risulta molto scomodo utilizzare la termostufa soltanto per riscaldare l'acqua calda sanitaria. Per questo si consiglia di collegare all'impianto idraulico e al serbatoio di accumulo anche un sistema ausiliario per la produzione di acqua calda: ad esempio una caldaia a metano oppure un impianto solare termico.

Le termostufe si abbinano in maniera ideale agli impianti solari, non solo per indubbie motivazioni di carattere ambientale e di risparmio economico.

Il vantaggio di una combinazione tra solare e termostufa è anche impiantistico; è possibile infatti utilizzare un unico serbatoio d'accumulo per l'acqua calda, collegato sia alla termostufa sia all'impianto solare (vedi  anche "Impianti solari combinati" nel menu di destra).

Incentivi per termostufe a legna

A partire dal 2013 il "Conto termico" (Dm sviluppo economico 28 dicembre 2012) ha introdotto un incentivo in conto capitale per sostenere l'acquisto e l'installazione di diverse soluzioni e tecnologie relative al risparmio energetico e alla produzione di calore da fonti rinnovabili, tra cui "la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa".

Sono ammessi all'incentivo per questa tipologia di intervento sia le amministrazioni pubbliche che i soggetti privati.

Tale incentivo è stato riconfermato con l'aggiornamento del Conto termico da parte del Dm 16 febbraio 2016. Vedi voce "Nuovo Conto Termico" nel menu di destra.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google