Nextville - logo
 

Involucro degli edifici

Schermature solari

Le schermature solari sono gli elementi dell'involucro edilizio che hanno il compito di proteggere dai raggi solari le pareti e le finestre dell'edificio. Le schermature solari creano effetti d'ombra sulla superficie esterna dell'involucro, evitando così che la radiazione solare che colpisce pareti e finestre provochi un innalzamento della temperatura interna dell'edificio.
 
Si tratta di uno dei cosiddetti  sistemi passivi per il controllo dei consumi energetici che, abbinato ad altri sistemi passivi per il raffrescamento, come la ventilazione naturale, consente di ridurre in modo considerevole i consumi energetici legati ai condizionatori elettrici.
 
Per sistemi passivi si intendono quei sistemi che sfruttano l'energia solare per un determinato scopo -in questo caso evitare il surriscaldamento dell'ambiente interno- senza utilizzare sistemi  alimentati da fonti energetiche esterne. La stessa configurazione dell'edificio viene sfruttata per evitare o potenziare (a seconda dei diversi climi) l'accumulo di calore e per attivare la ventilazione naturale. Questo significa, ovviamente, che queste scelte sono state valutate già in fase progettuale, in stretta relazione con l'orientamento dell'edificio e con la disposizione interna dei vari ambienti. 
 
Schermature solari, storia e clima 
 
Le schermature solari sono presenti nell'architettura fin dall'antichità, ad espressione della volontà dell'uomo di non sottomettersi agli agenti atmosferici, creandosi un ambiente confortevole nonostante il clima esterno. Ci sono esempi di schermature solari sia nell'architettura classica (come i portici e le logge dell'architettura greca e romana), che  in quella vernacolare (cioè quella in cui il modo di costruire che non segue uno specifico codice, ma si sviluppa naturalmente in conseguenza del luogo e del clima)
 
Nell'architettura vernacolare araba, tipica di un clima caldo e asciutto, troviamo facciate con bucature "ricamate" sulla struttura muraria esterna, che hanno una doppia funzione, estetica e di elemento schermante. Nei climi caldi e umidi in cui si è sviluppata l'architettura orientale, troviamo invece elementi orizzontali fortemente aggettanti che proteggono le facciate dell'edificio sia dal sole che dalle intemperie, consentendo di aprire nelle pareti laterali bucature per la ventilazione naturale trasversale. 
 
Tipi di schermature solari 
 
Risulta evidente che, così come non esiste un'architettura adatta ad ogni luogo, anche le schermature solari variano per tipo e dimensione in base alla zona climatica in cui si trova l'edificio (vedi anche "Zone climatiche" nel menu di destra) e in base all'esposizione del lato dell'edificio che si vuole schermare.
 
La progettazione degli elementi schermanti è naturalmente più efficace se avviene  contemporaneamente al progetto dell'involucro e degli elementi trasparenti, ma può anche essere predisposta in seconda fase, nel caso si decida di migliorare l'efficienza energetica dell'edificio per diminuire i consumi energetici estivi legati al condizionamento.
 
La progettazione di schermature solari per un edificio esistente deve, come per tutti gli altri interventi sull'esistente, seguire una fase di analisi in cui si verificano lo stato di fatto e le problematiche dell'edificio, anche in relazione agli edifici adiacenti (per verificare l'eventuale effetto delle ombre che essi proiettano). In seguito alla fase di analisi si potrà decidere quale sia il tipo di schermatura solare più adatta per le varie parti dell'edificio.
 
I principali tipi di schermature solari sono:
 
Schermature esterne
 
Schermature integrate
 
Schermature interne
 
Rimandiamo alle corrispondenti voci nel menu di sinistra per ulteriori approfondimenti.
Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google