Nextville - logo
 

Etichettature energetiche e ambientali dei prodotti che consumano energia

Le etichettature energetiche e ambientali dei prodotti connessi al consumo di energia

Nel tentativo di rendere gli elettrodomestici più efficienti e più rispettosi dell'ambiente, negli ultimi vent'anni l'Unione europea si è impegnata molto, sia formulando normative cogenti sia regolando accordi volontari.
Questo lodevole impegno ha prodotto numerose etichette e loghi, assegnati di volta in volta agli elettrodomestici che quotidianamente vengono immessi nel mercato europeo, a seconda delle loro caratteristiche e prestazioni.

Come premessa all'analisi delle diverse etichette finora prodotte - a cui potete accedere dal menu di sinistra -  occorre fare una precisazione: le etichette con le classi energetiche che siamo abituati a vedere sui grandi elettrodomestici (lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, ecc.) dichiarano semplicemente il consumo dell'apparecchio. In altre parole i costruttori sono obbligati solo a dichiarare quanto consuma il loro prodotto, senza dover ottemperare a nessuna prescrizione riguardo i limiti di consumo. 

I limiti di consumo e la riduzione dell'impatto ambientale sono invece pubblicizzate con altre etichette e le regole possono essere cogenti o frutto di accordi volontari.

 

La dichiarazione di consumo

A partire dal 1992, l'Unione europea ha obbligato i costruttori di lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, ecc. ad assegnare una classe energetica ai loro prodotti e pubblicizzarla attraverso un'etichetta da apporre su ogni apparecchiatura. Nel 2010 il campo di applicazione è stato allargato a tutti i prodotti connessi con il consumo di energia. Attraverso l'etichetta energetica, i consumatori possono sapere quanto consuma l'elettrodomestico che stanno acquistando e decidere se scegliere quello che consuma di meno. I costruttori non hanno nessun obbligo riguardo i limiti di consumo: l'efficientamento dei prodotti è lasciato alla libera iniziativa imprenditoriale.
A partire dal 2011 l'obbligo è stato esteso e riguarda tutti i prodotti che consumano energia e anche quelli connessi al consumo di energia. Per maggiori informazioni vedi menu di sinistra.

 

I sistemi volontari

Esistono anche dei sistemi di etichettatura a cui i produttori possono aderire volontariamente.

Energy star

Energy Star è un sistema di etichettatura volontario che si applica alle apparecchiature per l'ufficio: computer, piccoli server, monitor, stampanti ecc. Qualsiasi produttore, venditore o rivenditore di tali apparecchiature può aderire, su base volontaria. Verificata la corretta applicazione delle condizioni stabilite dal programma, l'apparecchiatura può esibire l'etichetta Energy Star. Per maggiori informazioni vedi menu di sinistra.

 

Ecolabel

Anche Ecolabel è un sistema di etichettatura volontario il cui obiettivo è ridurre gli impatti negativi del consumo e della produzione sull’ambiente, sulla salute, sul clima e sulle risorse naturali. Il marchio Ecolabel viene assegnato ai prodotti che presentano elevate prestazioni ambientali durante l’intero ciclo di vita. Per maggiori informazioni vedi menu di sinistra.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google