Nextville - logo
 

Biogas

Il biogas è una fonte rinnovabile di energia, composta da una miscela di gas (in particolare metano, in percentuali variabili dal 50 all’80%) prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica del materiale organico.

Da quali biomasse? Il biogas può essere ricavato dalle discariche di rifiuti, dal trattamento delle acque fognarie, dai liquami zootecnici, da residui agricoli e da colture energetiche dedicate.

Anche se buona parte del biogas prodotto in Italia deriva da discariche, in realtà è il comparto zootecnico quello destinato ad avere un peso sempre maggiore, configurandosi già oggi come il settore trainante per una diffusione su larga scala delle tecnologie di digestione anaerobica.

Energia dal biogas: il principale utilizzo energetico del biogas avviene in impianti di cogenerazione che producono contemporaneamente calore ed elettricità. In particolare, la possibilità di accedere a incentivi specifici per vendita di elettricità alla rete, consente di ammortizzare l'investimento nel giro di pochi anni. 

La produzione di elettricità e calore in impianti di biogas appare così una delle principali soluzioni capaci di risolvere i problemi di competitività del comparto agricolo e zootecnico, riqualificandolo al contempo in un’ottica di maggiore sostenibilità ambientale.

Infine gli aspetti ambientali (vedi menu di destra) riguardano i benefici che si possono ottenere dal biogas, in termini di utilizzo agronomico della biomassa digestata e di minori emissioni in atmosfera di anidride carbonica.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google