Nextville - logo
 

Solare fotovoltaico

Elettricità dal sole per tutti

In questi ultimi anni il mercato fotovoltaico italiano ha conosciuto una grandissima espansione, dopo anni difficili di tentennamenti e incertezze normative. Con l’avvio del Conto energia nel 2005, e soprattutto in seguito alle semplificazioni introdotte dal Dm 19 febraio 2007, dal Dm 6 agosto 2010 e dal Dm 5 maggio 2011, le installazioni di fotovoltaico nel nostro paese hanno conosciuto un vero e proprio boom. Più problematico invece è stato il Quinto Conto energia (Dm 5 luglio 2012), a causa dei bassi limiti di costo imposti dal decreto. Il Quinto (e probabilmente ultimo) Conto energia si è chiuso definitivamente in data 6 luglio 2013.

Nell’home page del sito del GSE, è riportata in tempo reale la situazione dell’installato in Italia, in termini sia di potenza che di numero di impianti. Per conoscere la localizzazione geografica degli impianti fotovoltaici, comune per comune, si può consultare Atlasole, l’Atlante italiano del fotovoltaico.

Alcune ricerche, come il 5° rapporto Solar Generation, prevedono che nel 2030 circa due terzi della popolazione mondiale avrà accesso all’energia elettrica prodotta dal sole. Da notare come tutte le previsioni (che peraltro apparivano ottimistiche) sull'evoluzione dell'installato, siano oggi ampiamente superate.


Nella sezione “La tecnologia fotovoltaica” vengono approfondite le caratteristiche tecniche dei componenti essenziali di un impianto fotovoltaico: i moduli, gli inverter e le batterie di accumulo (queste ultime indispensabili solo per gli impianti isolati).

Dimensionare un impianto fotovoltaico non è mai un’impresa facile. Occorre infatti tenere conto di una serie di variabili che determineranno la superficie dell’impianto, tra cui: la quantità di radiazione solare, il fabbisogno elettrico, le diverse opzioni tariffarie (scambio sul posto o vendita alla rete), la superficie disponibile, ecc. Per una visione complessiva delle problematiche relative al dimensionamento, consulta “Il dimensionamento ottimale”.

Le diverse tipologie impiantistiche del fotovoltaico dipendono sostanzialmente dalla presenza o meno di un collegamento con la rete elettrica e dall'applicazione a cui l'impianto è destinato:

• impianti connessi alla rete

• impianti isolati dalla rete

• applicazioni minori

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google