Nextville - logo
 

Obblighi e requisiti

I contenuti di questa sezione sono ad accesso riservato e richiedono l'abbonamento al servizio Vademecum on line sull'energia.

 


Per informazioni sul servizio Vademecum on line sull'energia

La legislazione nazionale ed europea prevedono una serie di obblighi e requisiti. Quelli analizzati in questa sezione riguardano:

Certificazione aziende e operatori

La certificazione offre maggiori garanzie ai soggetti terzi sulle competenze e capacità di aziende e operatori. Molte certificazioni hanno natura volontaria. Nel menu di sinistra sono analizzati solo quelle di natura obbligatoria. In particolare:

Obblighi ESCo, EM e EGE: una disamina dei regimi di qualificazione, accreditamento e certificazione per soggetti e servizi del mercato dell'efficienza e cioè le Energy service company, gli Energy manager e gli Esperti in gestione dell'energia.

Obblighi per le imprese

Per raggiungere l'obiettivo nazionale di risparmio energetico dei consumi di energia primaria, lo Stato italiano, in recepimento di quanto disposto da direttive europee, ha previsto numerose misure da adottarsi nei diversi settori che contribuiscono al consumo di energia del sistema Paese. Una di queste è l'obbligo di audit energetico per le grandi imprese e le imprese energivore: nella voce corrispondente del menu di sinistra è possibile trovare un quadro delle definizioni, degli obblighi, dei controlli e delle sanzioni a cui sono soggette dette imprese.

Qualità progettazione e fine vita dei prodotti

La qualità di un prodotto o di un servizio esprime la sua capacità di fornire determinate prestazioni nel tempo. In altre parole, la qualità dipende dal modo in cui è stato progettato, dai materiali che sono stati scelti per realizzarlo, dal modo in cui è stato costruito/realizzato, nonché dai controlli di prestazione cui è stato sottoposto e, infine, da come il prodotto/servizio assolve la propria funzione in fase d’uso e con quali consumi.

L'Europa si è data regole precise per la progettazione sostenibile e la corretta informazione sui consumi dei prodotti acquistati dai consumatori. Una specifica analisi di queste regole è presente nelle seguenti voci del menu di sinistra:

Etichettature energetiche e ambientali dei prodotti che consumano energia. Un quadro sulle regole dettate dall'Europa che disciplinano l’etichettatura energetica degli elettrodomestici e degli altri prodotti connessi al consumo di energia. La sezione contiene offre anche informazioni sulle più note e utilizzate forme di etichettatura volontaria adottate in Europa.

Progettazione eco-compatibile dei prodotti conessi al consumo di energia. Un'analisi delle regole europee per l'adozione di specifici criteri di progettazione, allo scopo di ridurne l'impatto ambientale e migliorarne l'efficienza energetica.

Certificazione generatori a biomassa solida. Un'analisi di requisiti, procedure e competenze che devono essere rispettate per il rilascio della certificazione ambientale dei generatori di calore a biomassa solida.

Fine vita dei prodotti. Da sempre l'uomo produce, usa e poi scarta. Ma produrre, usare e scartare porta a coniugare verbi come inquinare l'ambiente, danneggiare gli ecosistemi, sfruttare le risorse con ritmi incessanti e poco sostenibili. Anche la produzione, l'uso e l'alienazione dei pannelli fotovoltaici non sfuggono a questi binomi.
Si può rispettare l'ambiente nel momento in cui ci liberiamo di esse? La risposta è sì: molto si può fare grazie all'impegno di consumatori, produttori e amministrazione pubblica.
Nel menu di sinistra viene analizzato il fine vita del fotovoltaico. Un inquadramento generale sugli obblighi di gestione del fine vita dei moduli fotovoltaici.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google