Nextville - logo

Approfondimenti

11 Febbraio 2019

Certificati Bianchi, mancano all'appello 1 milione di titoli

(Maria Antonietta Giffoni)

Secondo il rapporto annuale del GSE "l’ammontare dei TEE derivanti da progetti di efficienza energetica non è sufficiente a garantire l'adempimento dell'obbligo minimo per il 2018". Registrato anche un netto calo di richieste.

Il Rapporto annuale Certificati Bianchi 2018, illustra i principali risultati e i trend più significativi ottenuti dal meccanismo nel 2018 e una stima sui titoli generabili nell'anno d'obbligo 2018. Vediamoli nel dettaglio. 

Titoli a -36% e progetti a -61%

Il numero dei TEE registra un calo del 34% rispetto all'anno precedente con circa 3,8 milioni di TEE riconosciuti nel 2018, mentre nel 2017 ne sono stati riconosciuti circa 5,8 milioni.

Continua inesorabilmente anche il calo dei progetti presentati per accedere ai Certificati Bianchi. Nel corso del 2018,  ai sensi del Dm 28 dicembre 2012, sono state presentate complessivamente 2.221 richieste, di cui 1.503 Richieste di Verifica e Certificazione a consuntivo (RVC-C) e 708 Richieste di Verifica e Certificazione analitica (RVC-A). Si registra così un decremento pari a circa il 61% rispetto al 2017, quanto le richieste presentate erano state circa 5.695, tra PPPM, RVC-C, RVC-A e RVC-S.

Fonte: Rapporto annuale Certificati bianchi 2018

Una vera debacle, se si pensa che già il 2017 aveva registrato un calo del 54% rispetto al 2016, quando le richieste presentate erano state 12.524.

Secondo il GSE, questo calo è dovuto al fatto che "non è più possibile presentare nuovi progetti ai sensi del Decreto Ministeriale 28 dicembre 2012 (PPPM, RVC-S, RVC-A prime)".

Nell'ambito, invece, del Dm 11 gennaio 2017 sono state presentate in totale 422 richieste, di cui 412 progetti a consuntivo (PC), 8 progetti standardizzati (PS) e 2 Richieste a consuntivo (RC). Numeri che non fanno, certo, ben sperare.

Titoli insufficienti a garantire l'adempimento dell'obbligo 2018

È noto come le sessioni di mercato dei TEE svolte continuino a far registrare prezzi record: nel 2018 il prezzo medio registrato sul mercato organizzato rafforza il trend crescente degli ultimi due anni e, con un incremento del 14%, si porta al massimo storico di 303,60 €/tep.

Molte sono state le ipotesi sulle ragioni legate a questa impennata di prezzi, non ultima la mancanza di titoli sul mercato. Ipotesi che sembra confermata dalla stima contenuta nel Rapporto. 

Il Gestore ha stimato, infatti, che, "sulla base dei titoli riconosciuti nell’anno d’obbligo 2018 e dei titoli sui conti proprietà all’inizio dell’anno d’obbligo 2018, risulta un ammontare complessivo di titoli disponibili pari a circa 4,77 Mln di Titoli. Pertanto, l’ammontare dei TEE derivanti da progetti di efficienza energetica non è sufficiente a garantire l’adempimento dell’obbligo minimo per il 2018".
Se si considera che il numero di titoli necessari per adempiere all'obbligo minimo 2018 equivale a 5,84 milioni, mancano all'appello 1,07 milioni di TEE.



Fonte: Rapporto annuale Certificati bianchi 2018

Cosa faranno i soggetti obbligati a maggio del 2019 (termine ultimo per adempiere all'obbligo 2018)? Il legislatore dovrà prendere ulteriori misure rispetto a quelle già previste dal correttivo emanato nel maggio scorso (Dm 10 maggio 2018)?
Vi terremo informati.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google