Nextville - logo

Comunicare l'energia

19 Gennaio 2017

Master Ridef 2.0: reinventare l'energia. Intervista a Gianni Silvestrini e Lorenzo Pagliano

(Alessio Pinzone*)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'intervista di Alessio Pinzone a Gianni Silvestrini* e Lorenzo Pagliano*, che ci parlano del Master RIDEF, punto di riferimento nella formazione postlaurea in rinnovabili ed efficienza energetica.

Professor Silvestrini, come nasce il master RIDEF?

Il Master RIDEF nasce nel 2003 sulla base dell’intuizione dei notevoli cambiamenti che si profilavano nel sistema energetico nazionale e globale.
A livello internazionale gli impegni per il post Kyoto già definiscono vincoli e opportunità per i Paesi coinvolti. L'Unione Europea ha elaborato una radicale "Roadmap 2050" di decarbonizzazione dell'economia, definendo i propri obiettivi e tracciando un percorso di impegno per i paesi membri. A livello nazionale l'esplosione delle fonti rinnovabili, già consente di coprire una grossa percentuale della domanda elettrica.
Questo sviluppo, destinato a continuare, comporterà una revisione dell'intero sistema energetico del paese con la necessità di affrontare in maniera innovativa i temi della produzione di energia, dell’efficienza energetica, della mobilità sostenibile, della decentralizzazione e della trasformazione della rete in Smart Grid.
Dal 2003, il Master RIDEF ha collezionato 12 anni di successi e la formazione di più di 300 qualificate professionalità inserite nelle realtà che hanno gestito le radicali trasformazioni del panorama energetico del Paese.


Professor Pagliano, come si presenta l’edizione di quest’anno?

La XIII edizione del Master RIDEF, così come le due precedenti, si presenta con una veste aggiornata per far fronte alle nuove affascinanti sfide dei prossimi anni. Infatti, specialmente il settore dell'edilizia, sulla spinta delle ultime Direttive europee, vedrà un’accelerazione della riqualificazione energetica del patrimonio esistente e dovrà attrezzarsi per consentire, entro la fine del decennio, di costruire solo nuovi edifici a consumo energetico "quasi zero".
Da qui la nuova impostazione delle ultime due edizioni del master RIDEF 2.0 Reinventare l’energia, vale a dire la possibilità di scegliere tra due percorsi che riflettono le sfide che attendono il paese: “generazione sostenibile di energia, reti e mercati” e “edifici ad alte prestazioni e ad energia quasi zero”.
L’approccio didattico era e rimane estremamente interattivo e ricco di laboratori ed esercitazioni, svolti in presenza di tutor scientifici.

Ha fatto cenno alla didattica, ci può allora dire come si articola il master dal punto di vista didattico?

Il bando per quest’ultima edizione si chiuderà il 17 febbraio e le attività avranno inizio da marzo 2017, articolandosi in diversi moduli:

• Cambiamenti climatici, sostenibilità forte, tecnologie e mercati (90 ore)

• A scelta: Percorso A - Generazione sostenibile di energia, reti e mercati - o Percorso B - Edifici ad alte prestazioni e a energia quasi zero (306 ore)

• Modulo Orientamento e placement (24 ore)

• Città e industria: pianificazione, gestione e servizi (130 ore)

• Tirocinio curricolare (480 ore)

Le attività didattiche si svolgeranno dal lunedì al giovedì per circa 6 ore al giorno alternando lezioni frontali tradizionali a esercitazioni, laboratori e lavori di gruppo.

Chiediamo, invece, al Professor Silvestrini, uno degli ideatori del Master e che lo segue fin dagli esordi, chi sono i destinatari del master e quali sono gli obiettivi formativi?

Il Master RIDEF è un Master Universitario di II livello; è rivolto a laureati in discipline tecniche, scientifiche, economiche, giuridiche e politiche, a neolaureati o provenienti dal mondo del lavoro.
Mira a soddisfare la richiesta professionale e manageriale delle nuove realtà aziendali, sorte per far fronte alle richieste della rivoluzione energetica in atto (come ESCo, Traders, industria dell’edilizia), nonché delle Utilities che stanno rivedendo i propri modelli di business per rimanere competitive e degli attori istituzionali.
In definitiva, il RIDEF si propone di qualificare professionalità con competenze in grado di portare un contributo specifico e specializzato in aree e comparti nelle quali l’esperienza pregressa nel nostro Paese è ancora limitata.

Sono previste agevolazioni o facilitazioni?

Certamente! L’obiettivo è quello di agevolare il più possibile l’accesso al corso: nel corso di tutte le precedenti edizioni sono state erogate numerose agevolazioni alla frequenza, consistenti in riduzioni alla quota di partecipazione al Master, parziali o totali. Quest’anno, inoltre, è stata sottoscritta una convenzione con l’INPS, che prevede l’erogazione di 8 borse di studio a copertura totale della quota di iscrizione (8.000 €), in favore di figli (o orfani) di dipendenti (anche già in pensione) delle pubbliche Amministrazioni.

Un'ultima domanda al Professor Pagliano: dove lavorano i diplomati delle precedenti edizioni?

La percentuale più alta dei diplomati trova lavoro in aziende private, società di consulenza o studi professionali; molti scelgono di proseguire la propria carriera come libero professionista; una buona percentuale si colloca in società partecipate, Enti di ricerca, Istituti o utilities.
Il tasso di collocazione lavorativa è molto elevato (circa 90%), grazie anche agli stage di alto livello che il Master ha saputo offrire.
Quest'anno, al fine di supportare lo studente anche nell’orientamento e placement lavorativo in ambito energy&sustainability, è stato inserito un modulo espressamente dedicato a questi temi per dare informazioni, strumenti e metodo anche nella delicata fase di incontro con le aziende e collocazione lavorativa.


Per informazioni: info@ridef.it - 800.760.999

* Ing. Alessio Pinzone - Presidente Area RIDEF (ASSOCIAZIONE DEI DIPLOMATI AL MASTER RIDEF - www.arearidef.it)

* Prof. Gianni Silvestrini - Responsabile scientifico Master RIDEF 2.0 (Direttore Scientifico di Kyoto Club e Presidente di Green Building Council Italia)

* Prof. Lorenzo Pagliano - Direttore Master RIDEF 2.0 (Direttore di eERG – end-use Efficiency Research Group  www.eerg.polimi.it, membro dell'European Council for an Energy Efficient Economy e di UNECE Committee on Sustainable Energy)

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google