Nextville - logo
 

Certificati Bianchi CAR

Gli incentivi e le agevolazioni per la Cogenerazione ad Alto Rendimento

Vai ai paragrafi:
Gli incentivi per l'efficienza energetica
Gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili
Le agevolazioni
L'iter normativo, le definizioni e i parametri per il riconoscimento CAR

Alla produzione combinata di energia elettrica e calore vengono attribuite due diverse forme di incentivazione e una serie di altre facilitazioni.

Schematizzando:

• incentivi previsti per l’efficienza energetica e cioè per il risparmio di energia primaria;

• incentivi previsti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;

• altre semplificazioni e esoneri da obblighi. 

Gli incentivi per l'efficienza energetica

In questa sezione ci occupiamo in modo specifico degli incentivi dedicati al risparmio di energia.

Gli incentivi riconosciuti al risparmio di energia primaria ottenuto da un impianto di Cogenerazione ad Alto Rendimento sono i Certificati Bianchi.

Operativo dal 2005, il sistema impone degli obblighi a carico dei grandi distributori di energia (elettrica e gas) e delle premialità a favore di chi ottiene risparmi energetici certificabili, al di sopra di certi quantitativi. A questi ultimi vengono rilasciati un quantitativo di Certificati Bianchi (il cui nome "tecnico" è Titoli di Efficienza Energetica - TEE) pari al quantitativo di risparmi ottenuti. Quando vengono emessi, i titoli non hanno un valore monetario, ma il loro valore si determina sul mercato.

Fino all'entrata in vigore del Dm 5 settembre 2011, la cogenerazione ad alto rendimento ha goduto solo della attribuzione dei Certificati Bianchi "classici" sulla base delle specifiche schede da essa approntate. I beneficiari potevano essere solo quelli appartenenti a due specifiche categorie: "soggetti obbligati" e "soggetti volontari".

Secondo quanto previsto dai due Dm 20 luglio 2004 ("decreto elettrico" e "decreto gas"), i diretti beneficiari dei Certificati Bianchi sono coloro che effettuano gli interventi, ma solo se appartenenti alla categoria dei soggetti obbligati (e cioè i distributori di energia elettrica e gas con più di 50.000 clienti), o dei soggetti volontari, chiaramente indicati in tre tipologie: i distributori con meno di 50.000 clienti, le ESCo e i grandi utenti industriali e del terziario tenuti alla nomina dell’energy manager.

Per maggiori informazioni vedi la voce I Certificati Bianchi "classici" nel menu di destra.

Con l’entrata in vigore del Dm 5 settembre 2011, alla cogenerazione ad alto rendimento possono essere attribuiti anche i  Certificati Bianchi CAR, assolutamente analoghi ai precedenti, ma che hanno qualche caratteristica diversa. Per maggiori informazioni vedi menu di sinistra.

^ Torna all'inizio

Gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Per quanto riguarda gli incentivi alla produzione elettrica da cogenerazione, riportiamo qui di seguito uno schema dei benefici previsti a partire dal 2013, rimandando alle altre parti del sito per maggiori informazioni (vedi voci menu di destra).

Incentivi alla cogenerazione per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili  Tipologia impianto
 Tariffa onnicomprensiva  Potenza
< 1 MW
 Tariffa incentivante + prezzo zonale orario

Potenza
< 1 MW

 Scambio sul posto  Potenza
< 500 kW
   
Incentivi alla cogenerazione per la produzione di energia elettrica da fonti  fossili
Tipologia impianto
 Scambio sul posto Potenza
< 500 kW

^ Torna all'inizio

Le agevolazioni

Oltre agli incentivi, per la Cogenerazione ad Alto Rendimento sono previsti anche significative agevolazioni consistenti in esoneri, semplificazioni e sgravi sulle accise. Per maggiori informazioni vedi menu di sinistra.

^ Torna all'inizio

L'iter normativo, le definizioni e i parametri per il riconoscimento CAR

Per ottenere detti incentivi e agevolazioni, gli impianti cogenerativi devono attenersi a precisi parametri. Nella voce corrispondente del menu di sinistra è disponibile un piccolo vademecum su quanto stabilito dal Dm 4 agosto 2011, che precisa il concetto di cogenerazione e di cogenerazione ad alto rendimento, fornendo gli elementi per calcolare i parametri imposti dall’Unione Europea con la direttiva 2004/8/Ce.

^ Torna all'inizio

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google