Nextville - logo

News e articoli

29 Aprile 2013

Fotovoltaico in area vincolata, parere Soprintendenza solo in conferenza di servizi

(Redazione normativa Reteambiente)

Nell'ambito di un procedimento autorizzatorio di impianti a fonti rinnovabili in area sottoposta a vincolo paesaggistico, il parere della Soprintendenza va reso solo nell'ambito della conferenza dei servizi.

Lo ha ricordato il Consiglio di Stato (sentenza 15 marzo 2013, n. 1562) rigettando le doglianze della Soprintendenza, che pur invitata alla conferenza dei servizi per l'autorizzazione di un impianto fotovoltaico, non vi aveva preso parte, esprimendo il suo parere negativo sul progetto solo in seguito e al di fuori del meccanismo della conferenza, come disciplinato dalla legge 241/1990.

Per i Giudici, la procedura autorizzatoria semplificata per le rinnovabili (autorizzazione unica ex articolo 12, Dlgs 387/2003) esige che tutti gli Enti coinvolti, anche quelli a tutela del paesaggio, si esprimano solo in sede di conferenza dei servizi, attuandosi quella dialettica tra le varie posizioni sintetizzata nel provvedimento autorizzatorio finale (di assenso o diniego) emanato dalla Regione (o Provincia delegata) competente al rilascio del titolo. Ogni parere espresso fuori dalla sede della conferenza è illegittimo.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google