Nextville - logo

News e articoli

2 Luglio 2014
Libretti per impianti di climatizzazione, le regole in Lombardia
(Maria Antonietta Giffoni)

Dopo la Regione Veneto, anche la Lombardia ha approvato i nuovi modelli di libretto per gli impianti di climatizzazione, con alcune integrazioni rispetto a quanto previsto dalla normativa nazionale.

Secondo quanto stabilito dal Dpr 74/2013, gli impianti termici per la climatizzazione o produzione di acqua calda sanitaria devono essere muniti del Libretto di impianto per la climatizzazione e del Rapporto di controllo di efficienza energetica.

Le Regioni e le Province autonome possono apportare ulteriori integrazioni a quanto previsto dal Governo centrale. Le modifiche devono essere predisposte sotto forma di scheda aggiuntiva con numerazione coerente con quella della sezione del libretto cui afferiscono.

Con il Decreto dirigenziale 11 giugno 2014, n. 5027, la Regione Lombardia ha approvato i nuovi modelli di libretto di impianto e di rapporto di controllo di efficienza energetica.

I nuovi modelli, oltre alle informazioni previste dal Decreto ministeriale 10 febbraio 2014, devono contenere "altri importanti dati funzionali alla migliore gestione dei catasti regionali (Cened, Registro Sonde Geotermiche, ecc.)". E cioè:

• la Targa dell'impianto;
• i dati catastali dell'edificio in cui è ubicato l’impianto termico;
• i riferimenti all'Attestato di Prestazione Energetica (ACE/APE) eventualmente presente;
• il punto di riconsegna combustibile (PDC);
• il punto di riconsegna energia elettrica (POD).

>> Per visualizzare i nuovi modelli, invitiamo i lettori a consultare il decreto dirigenziale nei Riferimenti in basso.

Come chiarito con il Decreto dirigenziale 7 luglio 2014, n. 6518, i nuovi modelli saranno in vigore dal 15 ottobre 2014.

Ricordiamo che, secondo quanto stabilito dal Dm Sviluppo economico 10 febbraio 2014 a livello nazionale, dal 1° giugno di quest'anno le caldaie, i condizionatori d'aria, ecc. dovevano essere muniti del nuovo libretto e del nuovo rapporto di efficienza energetica, conformi agli allegati del decreto stesso.
Gli operatori del settore, lamentando la difficoltà di adempiere all'obbligo entro i termini stabiliti, erano intervenuti presso il Ministero per chiedere una proroga.
Il Ministero, accogliendo le richieste, ha emanato il Dm Sviluppo economico 20 giugno 2014 che pospone la data dell'obbligo al 15 ottobre 2014 per entrambi i documenti. Per maggiori informazioni, si veda la nostra news nei Riferimenti in basso.

Il decreto dirigenziale contiene anche disposizioni in materia di:

• procedure per l'acquisizione e visualizzazione dei dati nel Catasto unico regionale degli impianti termici (CURIT);

• modalità operative per la gestione del processo di targatura degli impianti termici;

• operatività del Centro Assistenza Impianti Termici (CAIT);

sanzioni per il mancato rispetto dell'obbligo di installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore;

• patentino per la conduzione degli impianti termici.

>> Per tutti i dettagli, invitiamo i lettori a consultare il decreto dirigenziale nei Riferimenti in basso.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google