Nextville - logo

News e articoli

17 Luglio 2014

Energaid, la stagionatura del formaggio a energia quasi zero

(Emiliano Angelelli)

ENERGAID (ENERgy-Gain Active-Insulation Device) è una tecnologia a ridotta manutenzione che consente di stagionare formaggi, salumi, frutta, funghi e vini consumando una quantità di energia vicina allo zero.

Il processo di stagionatura dei formaggi, ma anche di altri prodotti agricoli, è estremamente dispendioso dal punto di vista economico: ad esempio, per stagionare circa 4.000 tonnellate di formaggio tipo grana in un magazzino di 35.000 m³ si spendono circa 70.000 euro all’anno in bollette energetiche per la sola climatizzazione. Oggi è possibile adottare soluzioni efficienti che nel rispetto del prodotto e dell’ambiente limitino il consumo di risorse: ENERGAID, un'idea di Franco Venturini in collaborazione con Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste della Regione Lombardia), è una di queste.

ENERGAID realizza un sistema di controllo della temperatura simile a quello della grotta, sfruttando quasi esclusivamente l’energia rinnovabile direttamente presente sul sito: geotermica, idrotermica e solare, realizzando un sistema di controllo della temperatura molto stabile e regolabile. Il fattore decisivo per il raggiungimento della prestazione è il livello di efficienza dell’involucro della cella/edificio costruito con pannellature aventi particolari caratteristiche: all’interno di uno strato di materiale isolante è stato annegato un circuito dalla particolare geometria.



Il primo esperimento di questo tipo è stato condotto presso l'azienda Ersaf di Carpaneta, nel comune di Bigarello (Mantova): il fluido utilizzato è stata l'acqua di pozzo. La circolazione del fluido, opportunamente modulata, è stata ottimizzata per mantenere l’interno della cella alla temperatura costante di 17 °C con una tolleranza di +/-1°C. La gran parte dell’energia termica impiegata nell’insediamento di Carpaneta è di origine idrotermica e le unica macchine presenti per la climatizzazione della cella pilota, sono una pompa di circolazione e un deumidificatore.

Facciamo un sempio per capire come tutto ciò si traduce in termini economici: per il formaggio di Carpaneta è stato riscontrato un minore calo di peso, che per un magazzino di 100 mila forme si traduce in guadagno economico compreso tra 50 mila e 70 mila euro l’anno. Inoltre messa a confronto la tecnologia ENERGAID con quella tradizionale, le differenze in termini di impiego di energia primaria sono macroscopiche. Il consumo energetico del caso ENERGAID in pratica è limitato all’energia necessaria alla deumidificazione. Anche questo, in termini economici, vuol dire un risparmio che va dai 4 agli 11 milioni di euro in 30 anni per magazzini di 35-80 mila metri cubi.

La tecnologia ENERGAID può essere efficacemente inserita in varie tipologie di prodotti prefabbricati, quali pareti ed elementi di copertura. Sono in corso delle attività utili a definire le collaborazioni con le industrie che potranno utilizzare tale tecnologia, tanto per magazzini tradizionali, quanto per progetti innovativi.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google