Nextville - logo

News e articoli

11 Novembre 2014
Sicilia, indicazioni sulle modalità applicative della PAS
(Filippo Franchetto)

Con Circolare del 23 ottobre 2014, l’Assessorato dell’energia della Regione Sicilia fornisce alcune direttive per l’applicazione della Procedura abilitativa semplificata sul territorio regionale.

Ci limitiamo a segnalare alcune indicazioni della Circolare che risultano – a nostro avviso - particolarmente critiche e che in alcuni casi contrastano addirittura con la normativa nazionale di riferimento.

Una prima criticità riguarda l’indicazione che prevede che i progetti di impianti assoggettati a PAS ("ma, in maniera specifica quelli concernenti la realizzazione di impianti minieolici") siano sottoposti a screening o direttamente a VIA. Ricordiamo che in Sicilia, in materia di valutazioni ambientali si applicano le regole e le soglie previste dal Dlgs 152/2006, al quale però la Circolare sembra voler derogare.

In altro punto assai critico della Circolare, si ritiene la PAS "indefettibile ...  non essendo ammessa nel territorio siciliano la facoltà per il proponente di optare per il procedimento unico di autorizzazione ... a prescindere dalla potenza elettrica e termica sviluppata." Anche questa indicazione contrasta con la disciplina nazionale: rammentiamo infatti che, ai sensi delle Dm 10 settembre 2010 (punto 11.1), nel rispetto del principio di non aggravamento del procedimento amministrativo, il proponente ha sempre la possibilità di scegliere il procedimento di Autorizzazione unica invece della PAS.

La Circolare, inoltre, affronta i seguenti temi:

• non autorizzabilità mediante PAS della tecnologia solare termodinamica;

• elementi indicativi dell'eventuale frazionamento fittizio degli impianti (in particolare eolici);

• tipologie autorizzative richieste per interventi di modifica su impianti esistenti;

• documentazione amministrativa ed antimafia da allegare alla PAS;

• PAS e Autorizzazione unica per gli impianti a biometano (nota bene: qui il riferimento ai "100standard metri cubi/ora" contenuto nella Circolare è errato e si deve leggere "500 standard metri cubi/ora").

Per ogni ulteriori approfondimento, consigliamo di consultare la Circolare in oggetto (vedi Riferimenti) e anche il nostro Dossier  Autorizzazioni Sicilia, sempre aggiornato alle ultime novità in materia di regimi autorizzativi vigenti sul territorio regionale.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google