Nextville - logo

News e articoli

14 Novembre 2014
assoRinnovabili al Governo: prorogare i termini per aderire allo spalma incentivi
(Filippo Franchetto)

assoRinnovabili ha scritto al Governo per protestare contro il ritardo nell’emanazione del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze che dovrebbe disciplinare i criteri di accesso ai finanziamenti bancari garantiti dalla Cassa Depositi e Prestiti

Manca ormai davvero poco alla scadenza del 30 novembre, data entro cui gli operatori sono tenuti comunicare al GSE la scelta tra una delle 3 opzioni di rimodulazione. Eppure, ad oggi non si è ancora visto l’atteso decreto MEF che – garantendo "finanziamenti bancari per un importo massimo pari alla differenza tra l’incentivo già spettante al 31 dicembre 2014 e l’incentivo rimodulato ..." - consentirebbe di attenuare, almeno in parte, gli effetti negativi della norma spalma incentivi.

"Si tratta di un provvedimento fondamentale e molto atteso dagli operatori che rappresentiamo - dichiara Agostino Re Rebaudengo, Presidente di assoRinnovabili - in quanto essenziale per l’applicazione dello Spalma Incentivi. Il Governo, incredibilmente, impone agli operatori fotovoltaici di scegliere la modalità con cui sarà ridotta la tariffa, ma non fornisce gli strumenti e le informazioni necessarie affinché tale decisione possa essere presa in maniera seria e consapevole. Ad oggi, restano ancora poco più di 10 giorni lavorativi, un tempo assolutamente insufficiente! E comunque, come detto, non si hanno le informazioni necessarie."

Senza contare che anche il decreto attuativo per "l’opzione b)" dello spalma incentivi (Dm sviluppo 17 ottobre 2014) è stato pubblicato - come ricorda nel comunicato stampa la stessa assoRinnovabili – con molti giorni di ritardo rispetto alle tempistiche previste dall’articolo 26 del Dl 91/2014, convertito il legge 116/2014.

In considerazione di tutti questi fattori, asso Rinnovabili chiede pertanto al Governo "che il termine del 30 novembre sia posticipato ad almeno 60 giorni dall’emanazione del decreto MEF che regolerà l’intervento di Cassa Depositi e Prestiti, cosi da tutelare almeno in parte i produttori e garantire un tempo sufficiente per valutare quale opzione sia la più idonea per ciascun impianto."

Per ogni approfondimento sul meccanismo dello spalma incentivi per il fotovoltaico, consigliamo di consultare la nostra pagina (vedi Riferimenti qui sotto), sempre aggiornata alle ultime novità.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google