Nextville - logo

News e articoli

21 Novembre 2014
Nel 2013 boom del fotovoltaico non incentivato
(Maria Antonietta Giffoni)

Secondo le valutazioni contenute nel LookOut - Rinnovabili Elettriche Q3 2014 di eLeMeNS, nel 2013 risultano entrati in esercizio 28.023 impianti fotovoltaici senza conto energia, per un totale di 727 MW.

Un risultato sorprendente, riconducibile principalmente a impianti che adottano un modello di puro autoconsumo, senza il sostegno di incentivi alla produzione. Stiamo parlando, naturalmente, dei Sistemi efficienti di utenza (SEU) e cioè quelle attività di auto approvvigionamento energetico, generalmente composti da un'unità di produzione, un'unità di consumo e una connessione alla rete pubblica.

Questi risultati sono emersi incrociando i dati ufficiali di Terna e quelli del Gestore dei servizi energetici. "I valori complessivi di capacità RES nel 2013, sulla base dei dati ufficiali del gestore di rete, - ci spiegano Tommaso Barbetti e Andrea Marchisio, partner di eLeMeNS - sono più elevati del previsto (50,152 MW), a causa di una crescita intattesa della capacità fotovoltaica. Il GSE ha dichiarato per il Conto Energia fotovoltaico 17.623 MW al 31 dicembre 2013.
Sorprendentemente, i dati di fine 2013 di Terna mostrano 18.420 MW: in altre parole, al 31 Dicembre 2013, 797 MW di impianti fotovoltaici non previsti dal Conto Energia erano entrati in produzione".
 

Fonte: LookOut - Rinnovabili Elettriche Q3 2014

I dati sono ancora più rilevanti se si considera che la capacità non in Conto Energia alla fine del 2012 era solo di 70 MW (1.427 impianti). Ciò fa concludere che i 727 MW (28.023 impianti) non in Conto Energia siano stati messi in esercizio nel 2013. Come è possibile?

Secondo eLeMeNS ci sono tre possibili spiegazioni, ma solo una di esse pare la più convincente:

• può darsi si tratti di impianti esclusi dal Conto Energia nel corso del 2013; tuttavia, considerando la variazione annuale del numero di impianti che hanno accesso al Conto Energia, questa spiegazione non sembra essere praticabile;

• è anche possibile che una quantità corrispondente di impianti fotovoltaici sia stata messa in esercizio nel corso del 2013 in grazie alle detrazioni fiscali del 50%; ma la taglia media di questi 28mila impianti è di 26 kWp, ben sopra i 3-5 kW delle tipiche installazioni domestiche incentivate con le agevolazioni fiscali. Dunque anche questa spiegazione non sembra del tutto praticabile;

• è più probabile, quindi, che una quantità corrispondente di impianti fotovoltaici sia stata messa in esercizio nel corso del 2013 adottando un modello di puro auto-consumo (SEU).

Insomma, autoconsumare energia prodotta da fonte rinnovabile conviene nonostante l'assenza di incentivi e l'incertezza normativa che ha gravato proprio sui SEU, il cui impianto normativo è stato definito solo nel 2014 (per maggiori informazioni, vedi i Riferimenti qui in basso).

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google