Nextville - logo

News e articoli

8 Aprile 2015

L'eolico d'alta quota deve essere una fonte rinnovabile

(Maria Antonietta Giffoni)

La commissione attività produttive alla Camera ha approvato una Risoluzione che impegna il Governo a considerare anche il vento troposferico una fonte di energia rinnovabile.

La legislazione vigente riconosce come fonte rinnovabile solo il vento sfruttato dagli impianti eolici che estraggono energia a una quota non superiore ai 200 metri. 

Sul mercato mondiale dell'energia stanno, invece, emergendo nuove tecnologie che sfruttano l'energia del vento troposferico e cioè quelle correnti ventose disponibili ad un'altitudine superiore a 500 metri dal livello del suolo.

Tra le soluzioni proposte per sfruttare il vento troposferico ce n'è anche una italiana, che abbiamo illustrato in una nostra news qualche tempo fa: ideata da Massimo Ippolito, fondatore della Sequoia Automation, Kitegen è un’invenzione tutta italiana per ricavare energia dai venti d’alta quota (800-1000 metri). Per maggiori informazioni vedi i Riferimenti in basso.

Inoltre, lo studio scientifico "Geophysical limits to global wind power" (Kate Marvel, Ben Kravitz, Ken Caldeira), pubblicato nell'agosto 2012 su Nature, ha dimostrato scientificamente la validità del vento troposferico quale vero e proprio giacimento di energia rinnovabile.

Tenendo conto di ciò, il 2 aprile 2015 è cominciato alla Camera dei Deputati l'iter per il riconoscimento del vento troposferico quale fonte rinnovabile. La Commissione attività produttive ha approvato all'unanimità la "Risoluzione n. 7-00281 Della Valle: Iniziative a favore del riconoscimento del vento troposferico quale fonte di energia rinnovabile" che impegna il Governo a:

• assumere iniziative per riconoscere il vento troposferico o d'alta quota quale fonte di energia rinnovabile;

• promuovere opportune iniziative, anche agevolando l'accesso al credito per gli investimenti e ridimensionando la quota di imponibile sul credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo, al fine di lanciare attività imprenditoriali che sviluppino tecnologie per sfruttare il vento troposferico.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google