Nextville - logo

News e articoli

22 Settembre 2015

Da fine settembre caldaie pił efficienti e con etichetta energetica

(Maria Antonietta Giffoni)

Il 25 settembre entra in vigore il Regolamento Ue che ha stabilito le regole per l'etichettatura dei sistemi di riscaldamento d'ambiente. Il giorno successivo invece entra in vigore il Regolamento sulle specifiche per la progettazione ecocompatibile.

Secondo i dati pubblicati dall'European Environmental Bureau (EEB), entro il 2020 i nuovi standard energetici e le nuove regole per l'etichettatura potranno far risparmiare tanta energia quanta ne potrebbero produrre 47 centrali nucleari delle dimensioni di quella esplosa a Fukushima; che, tradotto in euro, ammonterebbe a un risparmio di 30 miliardi € per i consumatori europei.

Le specifiche per l'ecoprogettazione - stabilite dal Regolamento 813/2013/Ue - entreranno in vigore il 26 settembre 2015, mentre le nuove etichette energetiche previste dal Regolamento 811/2013/Ue entreranno in vigore il giorno prima, e cioè il 25 settembre 2015.

Da fine settembre, dunque, i sistemi di riscaldamento e gli scaldacqua (anche a fonte solare) di potenza inferiore a 70 kW di potenza saranno più efficienti e dichiareranno la loro efficienza grazie all'etichettatura energetica, come accade già per gli elettrodomestici.

"Questo è il pacchetto di norme più importante della progettazione ecocompatibile e regole di etichettatura mai adottato dall'Unione Europea" ha dichiarato Paul Hodson, capo dell'unità per l'efficienza energetica e l'energia intelligente, presso la Commissione europea.

"L'adozione degli standard minimi per l'ecoprogettazione - continua Hodson - significa che dal 26 settembre in poi quasi tutti coloro che sostituiranno la caldaia dovranno installarne una a condensazione, generalmente il 50% più efficiente di quelle attualmente installate nella maggior parte delle case dei cittadini europei ... Certo, ciò significherà spendere circa 1.000 euro in più rispetto per l'acquisto della caldaia, ma l'investimento rientrerà in pochi anni perchè l'efficienza delle nuove caldaie farà risparmiare, in media, più di 400 euro l'anno in bolletta da qui al 2020".

"Insomma, - conclude Hodson - l'importanza di queste norme non è da sottovalutare: quasi la metà dell'obiettivo di efficienza energetica del 20% al 2020 sarà soddisfatta da questo insieme di misure".

Tutte le informazioni sulle nuove regole per l'etichettatura e i nuovi requisiti per l'ecoprogettazione dei sistemi di riscadalmento sono consultabili nei Riferimenti in basso.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google