Nextville - logo
News e articoli
27 Luglio 2016

Veneto, procedura VIA per rinnovo autorizzazioni attivitą per cui non era prevista

(Filippo Franchetto)

Disciplinata la procedura in caso di rinnovo di autorizzazione o concessione di attivitą, per le quali all'epoca del rilascio non sia stata effettuata alcuna VIA e che attualmente rientrino nel campo di applicazione delle norme vigenti in materia di VIA.

In attuazione di quanto previsto dalla legge regionale n. 4/2016, che lo scorso febbraio ha riordinato la disciplina regionale della VIA abrogando la previgente Lr 10/1991, la Giunta regionale con Dgr n. 1020 del 29 giugno 2016 ha definito l'ambito di applicazione e l'autorità competente all'effettuazione della procedura di VIA per questi casi particolari.

La Dgr regolamenta in via generale lo svolgimento della procedura nel caso di autorizzazione/concessione senza modifiche o estensioni significative alle opere esistenti. Nel caso invece di istanze che prevedono contestuali modifiche progettuali, si applicano le normali procedure di Via o di screening previste del Dlgs 152/2006 e dalla Lr n. 4/2016.

La medesima Dgr fornisce inoltre disposizioni per coordinare lo svolgimento della procedura con la tempistica prevista per il rilascio dei rinnovi di autorizzazione/concessione dalla normativa di settore.

Non essendo prevista una disciplina transitoria, che consenta di discriminare tra istanze di rinnovo presentate prima o dopo l'entrata in vigore della Lr n. 4/2016, la nuova procedura - in ragione del principio tempus regit actum - si applica a tutte le istanze di rinnovo che non risultano concluse alla data del 22 luglio 2016 (data di entrata in vigore della Dgr).

Ricordiamo infine che, con Dgr n. 1021 del 29 giugno 2016, di recente la Regione Veneto ha anche ha anche rideterminato criteri e modalità di calcolo degli oneri istruttori relativi alle diverse procedure in materia di VIA.

Per ogni ulteriore approfondimento, consigliamo di consultare i succitati provvedimenti e anche il nostro Dossier Regione Veneto, sempre aggiornato alle ultimissime novità normative.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google