Nextville - logo
News e articoli
20 Settembre 2016

Lombardia, linee guida per componente ‘biodiversità’ nella VIA

(Filippo Franchetto)

Fornire un approccio metodologico per la redazione degli studi di impatto ambientale e degli studi preliminari ambientali, relativamente alla componente ambientale "biodiversità".

Questo lo scopo delle "Linee guida per la valutazione e tutela della componente ambientale biodiversità nella redazione degli studi di impatto ambientale e degli studi preliminari ambientali e a supporto delle procedure di valutazione ambientale", pubblicate in allegato alla Dgr n. X/5565 del 12 settembre 2016.

Il documento "contribuisce alla responsabile acquisizione di riferimenti prioritari per l'analisi ecosistemica e per lo sviluppo di organiche relazioni con i soggetti preposti alla tutela delle risorse naturali, fornendo un supporto organizzativo e decisionale all'intero ciclo di progetto, che consenta nel contempo di qualificare l'interpretazione e la prevenzione degli impatti antropici".

In applicazione delle nuove Linee guida, quindi, per tutti gli studi ambientali relativi a opere o progetti da sottoporre a VIA e/o screening di competenza non statale, sarà necessario redigere un apposito capitolo relativo alla componente ambientale "biodiversità". Il provvedimento inoltre specifica in che modo le nuove regole si applicano ai procedimenti ambientali in corso di svolgimento.

Sono escluse dalle nuove regole le sole procedure di screening dei progetti di derivazione di acque superficiali ad uso idroelettrico in ambito montano, alle quali continua ad applicarsi quanto disposto dalla Dgr 8 febbraio 2012, n. IX/2987.

Per ogni ulteriore approfondimento, consigliamo di consultare le succitate nome e anche il nostro Dossier Regione Lombardia, sempre aggiornato alle ultime novità normative.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google