Nextville - logo
News e articoli
23 Settembre 2016

Energy Sharing, l’esempio dell'idroelettrico di Lucense 1923

(Emiliano Angelelli)

Il 24 settembre sarà inaugurata a Verona Lucense 1923, una piccola centrale idroelettrica originaria dei primi del ‘900, riportata all’antico splendore da una finanziaria locale e da una cooperativa energetica.

I cittadini potranno partecipare alla produzione di energia elettrica: è questo l’obiettivo di Finval Spa, finanziaria locale che assieme ai suoi 90 soci si occupa dello sviluppo del territorio di Verona, e di WeForGreen Sharing, la cooperativa energetica fondata da ForGreen, che insieme hanno realizzato un progetto di riqualificazione di un’antica centrale idroelettrica. Lucense 1923, infatti, deve il proprio nome alla storica centrale idroelettrica “Lucense” costruita nel 1923 a Lugo di Grezzana, piccolo paesino a nord est di Verona, per volere dei cittadini del luogo, con l’obiettivo di utilizzare le risorse idriche locali per produrre energia elettrica e distribuirla tra i consumatori del paese e dei dintorni.

Questo episodio della storia veronese non solo ha fornito il nome di battesimo al progetto di Montorio che vuole valorizzare un modello di condivisione dove i cittadini beneficiano del territorio e dei suoi tesori, ma ha anche ispirato l’innovativo modello di energy sharing promosso attraverso la cooperativa WeForGreen Sharing.

WeForGreen Sharing ha lo scopo di diffondere modelli di energy sharing, ovvero di far partecipare i cittadini alla produzione e consumo di energia pulita tramite la condivisione di impianti di produzione. Grazie alla partecipazione di WeForGreen Sharing al progetto di Montorio, tutti i privati cittadini potranno contribuire alla produzione di energia pulita della Lucense 1923, la quale permetterà al territorio di beneficiare di una media annua di 700mila chilowattora di energia pulita.

In cinque mesi dall’inizio dei lavori la centrale è stata ripristinata ed allacciata alla rete elettrica: Lucense 1923 aprirà ufficialmente le sue porte al pubblico il 24 settembre.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google