Nextville - logo

News e articoli

4 Gennaio 2017
Rinnovabili termiche negli edifici: nuovi obblighi posticipati di un anno
(Filippo Franchetto)

Rimandato al 1° gennaio 2018 l’innalzamento della percentuale minima obbligatoria di energia termica da rinnovabili, prevista per i nuovi edifici e per quelli sottoposti a ristrutturazione rilevante.

L’articolo 12 comma 2 del decreto legge "Milleproroghe" (Dl 30 dicembre 2016, n. 244) va a modificare le tempistiche di applicazione delle quote minime di FER termiche introdotte dal Dlgs 28/2011. Per le richieste di titolo edilizio presentate dal 1° gennaio 2017, sarebbe dovuto scattare l’innalzamento dal 35% al 50% della quota minima di consumi termici (acqua calda sanitaria +  riscaldamento + raffrescamento) da coprire mediante impianti di produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Milleproroghe ha posticipato di un anno, al 1° gennaio 2018, le nuove percentuali. Ribadiamo che il rispetto di tale obbligo di applica agli edifici di nuova costruzione e a quelli sottoposti a "ristrutturazione rilevante". Rimangono invece inalterati coefficienti e tempistiche di applicazione relative all’obbligo di installazione di potenza elettrica da fonti rinnovabili.

Per ogni approfondimento, consigliamo di consultare la pagina di Nextville dedicata ad una spiegazione approfondita degli obblighi previsti dal Dlgs 28/2011.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google