Nextville - logo

News e articoli

15 Febbraio 2017
10 dati statistici che ogni energy manager dovrebbe sapere
(Filippo Franchetto)

La figura professionale dell'energy manager è globalmente sempre più importante e conosciuta. Ma quali sono le sfide e le difficoltà di questo lavoro? E quali le tendenze del settore?

A queste e altre domande prova a rispondere un interessante rapporto, dal titolo "Energy Innovation: State of the Art & Trends 2017". L'analisi è stata effettuata intervistando 300 professionisti dell'energia, operanti in società di servizi energetici, di oltre 140 paesi nel mondo.

Partendo dai principali dati emersi nel corso delle interviste, gli estensori del rapporto hanno compilato un elenco dal titolo "10 dati statistici sull'innovazione energetica che ogni energy manager dovrebbe sapere":

1. Il 65% dei professionisti dell'energia ritiene che la più grande sfida professionale del 2017 sarà quella di trovare nuovi progetti e nuovi clienti.



2. Poco meno della metà (43%) di tutti i professionisti dell'energia intervistati sostiene di lottare duramente per veder riconosciuto il proprio lavoro; un'identica precentuale di intervistati (43%) tenta di rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie e tendenze del settore energetico.

3. Il 42% degli intervistati ritiene che il principale motivo per cui si perde un progetto è dato dalla combinazione tra l'impossibilità di verificare i risparmi energetici ottenibili e la mancanza di fondi dedicati per impostare un buon sistema di gestione dell'energia.

4. La maggior parte dei professionisti dell'energia (67%) è convinta che il mercato dell'efficienza energetica e delle tecnologie pulite sia ancora in fase di crescita. Soltanto il 3% ritiene che il mercato sia già maturo e in fase di rallentamento.

5. Quasi la metà (46%) delle società di servizi energetici ritiene che la più grande sfida sia quella di contenere i costi, riuscendo al contempo a dimostrare risparmi energetici verificati.

6. Il 29% degli esperti intervistati ritiene che la capacità di monitorare gli indicatori chiave di performance energetica costituisca il più grande driver nella scelta di un software di gestione dell'energia.

7. Secondo il 27% degli intervistati, un altro driver importante per i clienti ESCO verso l'utilizzo di software di gestione dell'energia è dato dal desiderio di beneficiare dei risparmi ottenuti dagli investimenti in efficienza energetica.



8. Il 44% dei professionisti dell'energia sente che la propria azienda sta facendo un buon lavoro nel tenere il passo con il tasso globale di innovazione nel settore energetico.

9. Quasi il 90% dei professionisti intervistati è di sesso maschile. Secondo un'analisi del quotidiano The Guardian, la percentuale di donne nei consigli di amministrazione di società energetiche era solo il 9% nel 2014.

10. Solo il 16% dei professionisti intervistati utilizza Twitter come fonte di notizie sul mondo dell'energia, mentre il 44% utilizza Linkedin per rimanere aggiornato.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google