Nextville - logo
News e articoli
18 Aprile 2017

La moratoria campana sull'eolico verrà valutata dalla Consulta

(Filippo Franchetto)

Il Tar Campania dichiara "rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale" dell'articolo 15 commi 3 e 4 della Lr 5 aprile 2016, n. 6.

Con Ordinanza n. 1773 del 1 aprile 2017, il Tribunale amministrativo regionale della Campania ha valutato come "indiscriminata" la moratoria attraverso cui la Regione aveva di fatto sospeso – a partire dal 6 aprile 2016 - il rilascio di nuove autorizzazioni per impianti eolici, in attesa dell’approvazione delle delibere sulle aree non idonee (approvazione arrivata molti mesi dopo, con Dgr 532/2016 e Dgr 533/2016).

Lo stop dettato dalla Campania ha ecceduto dalla competenza del legislatore regionale, sovrapponendosi ai principi dettati dallo Stato circa la definizione tempestiva del procedimento (90 giorni) di Autorizzazione unica e inserendo eccezioni al principio di massima e celere diffusione delle fonti di energia rinnovabili. Secondo i giudici, la norma regionale ha determinato quindi "un aggravio procedurale, in contrasto con le esigenze di celerità e semplificazione amministrativa, sottese al principio fondamentale … stabilito dalla legge statale (articolo 12, comma 4, Dlgs n. 387/2003)".

Non è dunque infondata la questione di legittimità costituzionale della norma campana, in relazione agli articoli 41, 97 e 117, comma 1 e 3, della Costituzione. Per questo motivo i giudici amministrativi hanno sospeso il giudizio e disposto l'immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google