Nextville - logo
News e articoli
10 Agosto 2017

Impianti fv con moduli non certificati: istruzioni GSE per presentare istanza decurtazione

(Redazione Nextville)

Il Gestore dei servizi energetici fornisce istruzioni e modulistica in merito a quanto previsto per il fotovoltaico dall’art. 57-quater della legge 21 giugno 2017, n. 96 di conversione del Dl 50/2017 (cosiddetta "Manovrina fiscale").

Ricordiamo che – secondo quanto previsto da tale articolo – il soggetto responsabile beneficiario degli incentivi in Conto energia, titolare di un impianto fotovoltaico con potenza superiore a 3 kW per il quale il GSE, a seguito di verifiche o controlli, abbia rilevato l'installazione di moduli non certificati (o con certificazioni non conformi alla normativa di riferimento), può presentare al GSE un’istanza finalizzata al riconoscimento della tariffa incentivante base decurtata del 20%.

Qualora invece la mancanza di certificazione o la mancata rispondenza della certificazione alla normativa di rifeerimento sia dichiarata dal soggetto beneficiario, al di fuori di un procedimento di verifica o controllo, la decurtazione della tariffa base è del 10%.

In una news pubblicata ieri, 9 agosto 2017, il GSE comunica che l'istanza deve essere inviata sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, secondo le modalità descritte nell’Allegato 1.

In entrambi i casi, il soggetto responsabile deve comprovare:

• di aver intrapreso le azioni consentite dalla legge nei confronti dei soggetti responsabili della non conformità dei moduli;

• la sostanziale ed effettiva rispondenza dei moduli installati ai requisiti tecnici e la loro perfetta funzionalità e sicurezza, secondo quanto indicato nell’Allegato 2.

Il GSE, a seguito del ricevimento dell'istanza, avvierà "un procedimento amministrativo ex Legge 241/90 finalizzato al riconoscimento della tariffa incentivante base decurtata così come da richiesta dal Soggetto Responsabile".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google