Nextville - logo
News e articoli
8 Settembre 2017

Marche, contributi per la riqualificazione di impianti sportivi pubblici

(Filippo Franchetto)

Il Bando prevede l'erogazione di contributi in conto capitale per favorire la riqualificazione della rete degli impianti sportivi di proprietÓ pubblica presenti sul territorio marchigiano.

Possono fare richiesta del contributo regionale i seguenti soggetti:

• Enti locali (Province, Comuni, Comunità Montane);
• Unioni di Comuni;
• Università delle Marche;
• Enti di promozione sportiva, Federazioni sportive nazionali, Federazioni sportive paralimpiche;
• Associazioni e Società sportive dilettantistiche.

I contributi sono concessi per una vasta gamma di interventi, che comprendono anche l'efficientamento energetico: si tratta, ai sensi del bando, di interventi "finalizzati alla riduzione di consumi energetici o all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili mediante la realizzazione di impianti per la produzione di energia quali ad es. impianti fotovoltaici, mini eolici, collettori solari termici, impianti di cogenerazione e rigenerazione, caldaie a maggiore efficienza, caldaie a condensazione, impianti radianti a bassa temperatura, pompe di calore ecc. compresi interventi di coibentazione ed isolamento termico, di sostituzione di serramenti e infissi, di riduzione delle dispersioni termiche o di realizzazione di impianti d'illuminazione a LED".

L'incentivo, a fondo perduto, è concesso in misura non superiore al 50% della spesa ritenuta ammissibile e, comunque, entro il limite massimo di 75.000 euro. Le risorse stanziate dal Bando ammontano complessivamente a € 2.400.000.

Le domande devono essere presentate esclusivamente online tramite il servizio informatico messo a disposizione dalla Regione Marche (https://sigef.regione.marche.it) dalle ore 11:00 del 3 ottobre 2017 fino alle ore 11:00 del 15 novembre 2017.

Per ogni ulteriore informazione e per consultare il Bando, si vedano i Riferimenti qui sotto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google