Nextville - logo
News e articoli
9 Novembre 2017

Trento, altri 5,4 milioni per l'anticipazione delle detrazioni fiscali

(Filippo Franchetto)

Il successo dell’iniziativa provinciale ha portato allo stanziamento di altri 5.400.000 euro, che si vanno ad aggiungere ai 4.700.000 già stanziati ad aprile con l'emanazione del bando.

Le risorse inizialmente a disposizione hanno permesso di ammettere a contributo 659 domande ritenute ammissibili, presentate dall'apertura del bando il 18 aprile 2017 fino al 17 agosto scorso. Le risorse aggiuntive serviranno a finanziare le domande presentate dal 18 agosto fino al 30 novembre 2017, termine di scadenza del bando.

Ricordiamo brevemente come è strutturato questo particolare contributo: erogato in 10 rate annuali di pari importo, esso va a coprire gli interessi riferiti ad una quota di capitale massima pari all'ammontare della detrazione d'imposta statale teorica calcolata sulle spese sostenute e relativi ad un contratto di mutuo stipulato con uno degli istituti di credito convenzionati. Non si tratta quindi di un contributo sulle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione (detrazione 50%) e di riqualificazione energetica (detrazione 65%), ma sugli interessi del mutuo stipulato per anticipare in termini di liquidità le detrazioni di imposta teoriche.

Beneficiari dell'agevolazione sono le persone fisiche che:

• alla data di presentazione della domanda sono proprietarie anche per quote dell'unità immobiliare situata nel territorio della Provincia di Trento destinataria degli interventi di recupero e/o riqualificazione energetica;
• prevedono di sostenere una spesa complessiva per gli interventi di ristrutturazione e/o riqualificazione energetica di almeno 20.000 euro;
• si impegnano a stipulare, per la copertura anche parziale dei costi relativi agli interventi, un contratto di mutuo con una delle banche convenzionate, per un importo almeno pari a 10.000 euro.

Per ogni ulteriore informazione e per consultare il testo del Bando si vedano i Riferimenti qui sotto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google