Nextville - logo
News e articoli
13 Novembre 2017

SEN, 175 miliardi di investimenti al 2030

(Maria Antonietta Giffoni)

Elettrificazione della domanda, efficienza energetica, rinnovabili, gas e stop al carbone entro il 2025. Questi i principali obiettivi della SEN varata dal Governo venerd́ scorso.

Il Ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, e il Ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti, hanno firmato il decreto che contiene il testo definitivo della Strategia energetica nazionale al 2030.
Essa prevede investimenti per 175 miliardi di euro, di cui 30 miliardi destinati a reti e infrastrutture elettriche e del gas, 35 riservati alle fonti rinnovabili e 110 indirizzati alle misure di efficienza energetica.

Rinnovabili

Ad oggi l’Italia ha già raggiunto gli obiettivi europei per il 2020, con una penetrazione del 17,5% sui consumi complessivi rispetto al target del 17% imposto dall'Europa. L’obiettivo da raggiungere entro il 2030, definito dal Governo "ambizioso ma perseguibile", è del 28% di rinnovabili sui consumi complessivi da declinarsi in:

rinnovabili elettriche al 55% al 2030, rispetto al 33,5% del 2015;
rinnovabili termiche al 30% al 2030, rispetto al 19,2% del 2015;
rinnovabili nei trasporti al 21% al 2030, rispetto al 6,4% del 2015.

Questi obiettivi saranno perseguiti, fino al 2020, attraverso la "promozione di nuovi investimenti tramite incentivi sulla produzione estendendo lo strumento delle aste competitive, adottando un approccio di neutralità tra tecnologie con strutture e livelli di costi affini per stimolare la concorrenza, facendo ricorso a regimi di aiuto differenziati per i piccoli impianti e per le tecnologie innovative". Per il post 2020 "i meccanismi di supporto alle rinnovabili evolveranno verso la market parity, ossia da incentivi diretti sulla produzione a politiche abilitanti e semplificazione regolatoria".

Efficienza energetica

Con un investimento previsto di 110 miliardi di euro, l’obiettivo della SEN è di raggiungere nel 2030 il 30% di risparmio energetico e di "dare impulso alle filiere italiane che operano nel contesto dell’efficienza energetica come edilizia e produzione ed installazione di impianti".
Tra le misure previste:
• conferma, con revisione e potenziamento del meccanismo, delle detrazioni  fiscali (ecobonus);
• operatività del Fondo per l’efficienza energetica, con introduzione di una riserva per la concessione di garanzie sull’eco-prestito;
• evoluzione degli standard minimi di prestazione energetica e adozione di nuovi standard per l'edilizia pubblica;
• sistemi di sostegno per promuovere la riqualificazione energetica degli edifici, in particolare del parco immobiliare pubblico;
• potenziamento e semplificazione del meccanismo dei certificati bianchi;
• promozione dell’efficienza energetica nelle PMI, rinnovando le iniziative di cofinanziamento degli audit energetici e dei sistemi di gestione dell’energia;
• rafforzamento delle misure di mobilità locale per ridurre il traffico urbano e supportare il cambio modale tramite supporto alla smart mobility (car sharing, car pooling, smart parking e bike sharing), alla mobilità ciclopedonale e al trasporto pubblico locale;
• miglioramento delle prestazioni energetico e ambientali del parco auto circolante.

Elettrificazione della domanda

La SEN prevede che l'elettrificazioni degli usi finali raggiungerà il 24% al 2030 e il 34% al 2050, aumento supportato anche dall'incremento di capacità da fonti energetiche rinnovabili.

Gas e carbone

La Strategia prevede l’impegno politico alla cessazione della produzione termoelettrica a carbone al 2025, la realizzazione di nuovi gasdotti di importazione che diversifichino fonti e rotte di approvvigionamento, sviluppati da privati secondo principi di mercato e l'attribuzione dei servizi di rigassificazione di GNL mediante asta, invece che con tariffa, per rendere più attrattivo l’uso dei terminali operanti in Italia.

Per l'entrata in vigore di quanto contenuto nella SEN, occorrerà ora attendere la pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google