Nextville - logo
News e articoli
30 Novembre 2017

Legge europea 2017, cosa cambia per le rinnovabili

(Filippo Franchetto)

La legge 20 novembre 2017 n. 167 (legge europea 2017), che entrerÓ in vigore il prossimo 12 dicembre, contiene novitÓ a tutto campo; che cosa Ŕ previsto nello specifico per le fonti rinnovabili di energia?

La legge europea 2017 interviene modificando in alcuni punti l'articolo 24 del Dlgs 28/2011, relativo ai meccanismi incentivanti per la produzione di energia elettrica da rinnovabili. Viene in particolare sostituito il comma 3, che nella previgente versione prevedeva una soglia minima unica, "comunque non inferiore a 5 MW elettrici", per l’accesso all'incentivo tramite aste al ribasso.  Nella nuova versione, invece, l'incentivo prevede un tetto massimo di potenza differenziato tra gli impianti eolici (non superiore a 5 MW elettrici) e gli impianti alimentati da altre fonti rinnovabili (non superiore a 1 MW elettrico).

Altra importante novità: la lettera a) del medesimo comma 3 stabilisce che l'incentivo sia diversificato per fonte e per scaglioni di potenza "al fine di favorire la riduzione dei costi" e non più – come nella previgente versione -  "al fine di commisurarlo ai costi specifici degli impianti, tenendo conto delle economie di scala".

Merita infine di essere segnalata anche la modifica alla lettera c) del comma 4 del medesimo articolo 24. Le procedure d'asta al ribasso, finora relative "a un contingente di potenza da installare per ciascuna fonte o tipologia d'impianto", riguarderanno ora i "contingenti di potenza, anche riferiti a più tecnologie e specifiche categorie di intervento".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google