Nextville - logo

News e articoli

10 Gennaio 2018

Umbria, chiarimenti sul provvedimento autorizzatorio unico regionale

(Redazione Nextville)

La Regione fornisce indicazioni operative e nuova modulistica relative al "provvedimento autorizzatorio unico regionale" (Paur), previsto in caso di progetti sottoposti a VIA di competenza regionale.

Con Dgr n. 1541 del 18 dicembre 2017, la Regione Umbria stabilisce in particolare che il proponente ha "la facoltà di richiedere esplicitamente che non vengano inseriti nell'istanza per il rilascio del Paur titoli abilitativi relativi a specifici adempimenti tecnici previsti dalle norme di settore afferenti al livello di progettazione 'esecutivo' ed alle fasi successive alla realizzazione dell'opera comunque vincolanti per l'effettivo avvio dell’esercizio dell'opera/ intervento in questione".

In ogni caso, il Paur deve sempre comprendere:

• la VIA;
• tutti i titoli di competenza delle Amministrazioni comunali e provinciali;
• l'eventuale Autorizzazione integrata ambientale o l'Autorizzazione unica;
• ogni ulteriore autorizzazione, intesa, parere, concerto, nulla osta, o atto di assenso in materia ambientale, richiesto dalla normativa vigente per la realizzazione e l'esercizio del progetto;
• ogni ulteriore autorizzazione, intesa, parere, concerto, nulla osta, o atto di assenso di competenza dello Stato o dei suoi organi periferici richiesti dalla normativa vigente in via preventiva alla realizzazione delle opere.

La Dgr 1541/2017 inoltre contiene in allegato il nuovo modulo per la presentazione dell'istanza per il rilascio del Paur e il nuovo format di Avviso al pubblico, che vanno a sostituire quelli precedentemente approvati con Dgr n. 1155/2017 (Allegati 4 e 5).

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google