Nextville - logo

News e articoli

14 Maggio 2018

Direttiva efficienza edifici, via libera definitivo dal Consiglio Ue

(Redazione Nextville)

Dopo l'approvazione del Parlamento europeo dell'aprile scorso, arriva anche il via libera del Consiglio Ue alla direttiva che modificherà la direttiva 2010/31/Ue sulla prestazione energetica degli edifici.

Nella seduta di oggi, 14 maggio 2018, il Consiglio europeo ha approvato la direttiva di riforma, completando il lungo iter legislativo a cui questo atto legislativo è stato sottoposto, dopo la presentazione da parte della Commissione Ue nel novembre del 2016, all'interno del Pacchetto energia pulita per tutti gli europei.

La revisione della direttiva 2010/31/Ue stabilisce un "chiaro percorso per ottenere un parco immobiliare europeo con edifici a basse emissioni o a emissioni quasi zero entro il 2050; un percorso sostenuto da tabelle di marcia nazionali per la decarbonizzazione degli edifici".

Tra le novità previste:

• l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (Information and Communications Technology - ICT) e delle tecnologie smart per garantire che gli edifici funzionino in modo efficiente, ad esempio introducendo sistemi di automazione e controllo;
• la realizzazione di infrastrutture per la mobilità elettrica in tutti gli edifici (anche se in misura minore rispetto alla proposta della Commissione);
• l'introduzione di un "indicatore di intelligenza", un nuovo strumento che misurerà la capacità degli edifici di utilizzare nuove tecnologie e sistemi elettronici per adattarsi alle esigenze del consumatore, ottimizzare il suo funzionamento e interagire con la rete;
• il rafforzamento delle strategie di ristrutturazione degli edifici a lungo termine;
• la mobilitazione di finanziamenti e investimenti pubblici e privati.

A seguito dell'approvazione da parte del Consiglio, che rappresenta l'ultima tappa del processo legislativo, la direttiva sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'UE ed entrerà in vigore venti giorni dopo. Il periodo di recepimento per questo atto legislativo è di 20 mesi.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google