Nextville - logo

News e articoli

20 Luglio 2018

Puglia, modificati iter autorizzativi impianti FER

(Filippo Franchetto)

La Regione ha effettuato un restyling normativo dei procedimenti autorizzativi disciplinati dalla Lr 25/2012, sia per quanto riguarda gli impianti alimentati da fonti rinnovabili che per quelli cogenerativi.

Recependo quanto indicato a livello nazionale dal Dlgs 222/2016, la Puglia – con Lr 16 luglio 2018, n. 38 – ha di fatto eliminato la procedura abilitativa semplificata (Pas) prevista dal Dlgs 28/2011 per gli impianti a fonti rinnovabili aventi potenza inferiore alle soglie oltre le quali è richiesta l'Autorizzazione unica (Dlgs 387/2003).

La Pas sembrerebbe dunque essere stata sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività (Scia), a cui si applica il regime previsto dall'articolo 19 della legge 241/1990. Il condizionale è d'obbligo, poiché all'interno della modificata Lr 25/2012 permangono ancora diversi richiami alla Pas.

Invece per gli impianti di taglia inferiore e con determinate caratteristiche, coerentemente con quanto previsto dalle linee guida nazionali (Dm 10 settembre 2010), continua ad applicarsi la semplice comunicazione al Comune.

Segnaliamo infine anche l'articolo 2 della Lr 16 luglio 2018, n. 38, che – inserendo il nuovo articolo 5-bis nella Lr 25/2012 - disciplina nel dettaglio il procedimento autorizzativo unico anche per la costruzione e l'esercizio di impianti di cogenerazione di potenza termica inferiore ai 300 MW.

La redazione di Nextville è già al lavoro per aggiornare il Dossier Regione Puglia sulla base di tutte le novità normative appena entrate in vigore.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google