Nextville - logo

News e articoli

7 Settembre 2018

Decreto incentivi FER, ecco la nuova bozza

(Filippo Franchetto)

Confermato l’inserimento di un “bonus amianto” per il fotovoltaico; previsto inoltre lo slittamento di due mesi del primo bando relativo alle procedure di asta e registro.

La nuova bozza del decreto di incentivazione delle fonti rinnovabili elettriche, dopo essere passato dalle mani del Ministero dello Sviluppo e di quello dell’Ambiente, non sembra avere introdotto cambiamenti sostanziali rispetto alla versione precedente.

Tra le novità più significative, segnaliamo lo slittamento – dal 30 novembre 2018 al 31 gennaio 2019 – della data di apertura del primo bando relativo alle aste e ai registri. I bandi saranno complessivamente 7 e si terranno ogni 4 mesi; l’ultimo è previsto per il 31 gennaio 2021.

La nuova bozza introduce anche l'atteso premio tariffario per la sostituzione di tetti di amianto con pannelli solari fotovoltaici: si tratta di bonus di 12 euro/MWh, aggiuntivo rispetto alla tariffa incentivante, per i moduli installati "in sostituzione di coperture di edifici su cui è operata la completa rimozione dell'eternit o dell'amianto". Il bonus è riservato agli impianti di potenza superiore a 20 kW e inferiore a 1 MW. Sono 700 i MW di contingente (100 MW per ognuno dei 7 bandi) messi a disposizione dai registri per tale tipologia di impianti.

Secondo le indiscrezioni, quest'ultima bozza avrebbe già ricevuto l'ok informale del Ministero dell'Ambiente; non rimane ora che attendere la firma ufficiale, che poi porterà agli ultimi passaggi prima dell'approvazione definitiva.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google