Nextville - logo

News e articoli

14 Settembre 2018

FIRE, è necessario promuovere l'efficienza energetica

(Redazione Nextville)

Proposte ad ampio spettro quelle contenute nel documento pubblicato dalla FIRE, che mirano a migliorare e promuovere l'uso razionale dell'energia nel nostro Paese.

Il documento reca il titolo Proposte FIRE per lo sviluppo dell’efficienza energetica in Italia. Strumenti per affrontare le grandi sfide del mercato dell’energia e pone l'accento sulle sfide e i cambiamenti che ci attendono nei prossimi decenni sul fronte dell'energia, in cui il ruolo dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili sarà e deve essere preponderante.

Per affrontare queste sfide, secondo la Federazione italiana per l'uso razionale dell'energia, "occorre definire delle politiche lungimiranti e fondate su un’ottica di lungo periodo, collegando energia e core business, per affrontare temi onerosi e complessi, come la riqualificazione spinta del patrimonio edilizio, la trasformazione del settore energetico e la rivoluzione del settore trasporti".

Un primo passo importante da compiere è quello di uscire dalla logica che identifica l'efficienza energetica con il risparmio in bolletta: è una visione riduttiva che non consente di cogliere importanti opportunità per imprese e famiglie.
"Il risparmio energetico - si legge nel documento - è solo uno dei benefici dell’efficienza e, in genere, non è il più importante. Ogni kilowattora risparmiato porta infatti con sé una serie di bonus, quali la riduzione dei costi di manutenzione e gestione, la diminuzione delle emissioni climalteranti e/o nocive, il miglioramento delle condizioni di lavoro, la riduzione dei rischi connessi alle forniture, il miglioramento della qualità dei prodotti, etc.".

Ma c'è un altro elemento positivo non trascurabile: l'efficienza energetica non è solo una leva per ridurre i propri consumi e conseguire benefici diretti, ma anche un modo per "aumentare la competitività agendo su tutta la filiera (minori costi di gestione e smaltimento per i clienti, minore impatto della logistica e minore inquinamento, apprezzamento degli immobili, attenzione alle esigenze dei produttori primari, etc.)".

Tutti benefici che non lasciano dubbi sulla necessità di promuovere l'efficienza energetica in tutti i settori: edifici, trasporti, sistema elettrico e industria. È proprio su questi ambiti che il documento si sofferma, facendo delle proposte specifiche per elevare l'uso razionale dell'energia a priorità del Paese.

Non mancano indicazioni sugli strumenti per affrontare questa sfida: Energy manager, Sistemi di gestione dell'energia, LCCA e green public procurement, ESCo e EPC, azioni verso le banche, formazione, qualificazione e certificazione di operatori tecnici, informazione, agevolazioni per energivori e contatori intelligenti, servizi associativi e distrettuali per PMI e condomini.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google