Nextville - logo

News e articoli

24 Ottobre 2018

Detrazioni ecobonus e sismabonus, obbligo bonifico anche per le imprese minori

(Redazione Nextville)

Le imprese minori che adottano il regime di cassa devono saldare tramite bonifico le spese sostenute per i lavori antisismici e di efficientamento energetico, anche nell'ipotesi in cui abbiano optato per la contabilità ordinaria.

Questo è quanto chiarisce l'Agenzia delle entrate, in risposta al quesito posto da una società. L'Amministrazione ricorda innanzitutto di aver già chiarito – con circolare 7/2018 -  che il bonifico bancario o postale dettagliato è obbligatorio per i non titolari di reddito d'impresa, mentre non lo è per gli imprenditori "il cui reddito è determinato in base al principio di competenza, in quanto il momento dell'effettivo pagamento della spesa non assume rilevanza".

Invece, a seguito alle modifiche apportate dalla legge di bilancio 2017 all'articolo 66 del Tuir, per gli imprenditori minori in contabilità semplificata il regime naturale è quello improntato al criterio di cassa (anche se si tratta, in verità di un "regime misto, dove alcune componenti continuano a seguire le regole della competenza, come spiegato nella circolare 11/2017"). Ma anche nell'ipotesi di passaggio alla contabilità ordinaria, le modalità di determinazione del reddito imponibile restano comunque "ispirate al principio di cassa".

Quindi, conclude l’Agenzia delle entrate, le imprese minori, ai fini delle detrazioni fiscali, "devono certificare le spese sostenute per gli interventi di risparmio energetico e di adeguamento antisismico degli edifici attraverso uno strumento di pagamento tracciabile come il bonifico, anche se hanno optato per la contabilità ordinaria. Pertanto, il diritto alla detrazione scatta nell’anno in cui è stato effettuato il bonifico".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google