Nextville - logo

News e articoli

20 Febbraio 2019

Mancato invio documentazione ENEA, detrazione 50% a rischio?

(Maria Antonietta Giffoni)

CNA evidenzia un'incertezza normativa sull'invio all'ENEA delle schede informative sui lavori di ristrutturazione edilizia: la mancata trasmissione fa o meno decadere il diritto alla detrazione fiscale? Chiesta anche una proroga del termine di inoltro.

Dubbio lecito quello sollevato dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA) che, in un comunicato stampa, fa notare come "nelle istruzioni recentemente emanate dall’Agenzia delle entrate per la compilazione del modello 730 per l’anno 2019, si è fatto riferimento all’obbligo per il contribuente di trasmettere telematicamente all’ENEA la scheda informativa sui lavori effettuati e di conservare la ricevuta dell’invio ai fini della fruizione della detrazione, esibendola ad eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria".

Dalla Guida dell'Amministrazione finanziaria risulta che tale obbligo sarebbe stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017). Secondo la CNA "si tratta senza dubbio di una interpretazione forzata della norma che, va ricordato, non lega in alcun modo la trasmissione dei dati alla fruizione della detrazione" del 50%.

Un'incertezza normativa che richiede certamente un "pronunciamento ufficiale dell’Agenzia delle entrate in merito alla fruizione o meno della detrazione in caso di mancato invio dei dati".

La CNA, inoltre, chiede una proroga del termine per l’invio della documentazione relativa ai lavori di ristrutturazione terminati entro il 21 novembre 2018, data della messa on line del portale ENEA. Il termine era previsto per il 19 febbraio 2019, poi posticipato di due giorni (21 febbraio), a causa di disservizi che avevano bloccato il sito per due giorni.

Una proroga insufficiente, visto il grave ritardo della messa on line del sito: prevista originariamente nei i primi mesi del 2018, è via via slittata sino a novembre "rendendo decisamente oneroso, per gli operatori, 'caricare' sul portale le schede degli interventi effettuati dal 1° gennaio al 21 novembre 2018 in soli 90 giorni".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google