Nextville - logo

News e articoli

1 Marzo 2019

Decreto FER 1: bisogna fare presto

(Redazione Nextville)

Pubblicazione del decreto nelle prossime settimane, rinvio al Dm FER 2 delle questioni irrisolte e tempi brevi per la predisposizione del primo bando per aste e registri.

Questo quanto chiedono, in un comunicato stampa congiunto, Elettricità Futura, ANEV e Coordinamento FREE. Le associazioni confidano che il Dm FER 1, inviato a Bruxelles lo scorso 23 gennaio 2019, verrà valutato positivamente dalla Commissione Europea.

Se così sarà, le medesime associazioni invitano il Governo a pubblicare il decreto in "Gazzetta Ufficiale nelle prossime settimane, per permettere al settore elettrico di riprendere finalmente a investire, dopo diversi anni di rallentamento, rinviando eventualmente al Dm FER 2 le questioni irrisolte".

Sarà, poi, opportuno anche "accelerare la predisposizione del primo bando per aste e registri, recuperando in questo e nei bandi successivi i contingenti inizialmente previsti per il mese di gennaio".

Occorre fare presto, insomma, visto che il Dm FER 1, si stima, possa "
avviare un ciclo di investimenti di oltre 80 miliardi di euro fino al 2030 in impianti di generazione, reti e sistemi di accumulo" e rappresentare un primo passo verso il raggiungimento degli obiettivi per le rinnovabili al 2030, definiti dalla direttiva RED 2 (2018/2001/Ue) e dal Piano nazionale integrato energia e clima.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google