Nextville - logo

News e articoli

22 Marzo 2019

Teleriscaldamento e reti preesistenti, diritto a TEE CAR per 15 anni

(Maria Antonietta Giffoni)

Un impianto di cogenerazione collegato a una rete di teleriscaldamento giÓ esistente ha diritto a ricevere i TEE CAR per 15 anni, a patto che la rete sia potenziata almeno del 30%.

È quanto stabilito dai Giudici del Tar Lazio, con la Sentenza del 20 marzo 2019, n. 3680, accogliendo, in parte, il ricorso presentato da un'azienda contro la decisione del Gestore dei servizi energetici di riconoscere all'impianto una durata dell'incentivo pari a 10 anni, anzichè 15 come stabilito dal Dm 5 settembre 2011, nel caso di impianti collegati a una rete di teleriscaldamento.

Il GSE ha negato il riconosicmento dei Certificati bianchi CAR per 15 anni, perchè l'intervento effettuato dall'azienda non comprende tutta la rete di teleriscaldamento: le sue tubazioni, infatti, intersecano in diversi punti le tubazioni di una preesistente rete, realizzata dal Comune nei primi anni '90 a uso di propri stabili.

Al contrario, secondo i Giudici la rete realizzata dall'azienza ricorrente soddisfa tutte le condizioni necessarie definite dal Dm 5 settembre 2011 e ricade, pertanto, nella fattispecie delineata dall'articolo 4, comma 2, lettera b) del medesimo decreto, indipendentemente dall'esistenza di interconnessioni a reti preesistenti.
Il decreto, infatti, si applica "non solo alle unità nuove, ma anche a quelle entrate in esercizio come rifacimento di unità esistenti (precisamente, dell'unità di cogenerazione e della preesistente rete di teleriscaldamento, purché in presenza di un potenziamento non inferiore al 30% della rete stessa)".

Nel caso in questione, la capacità di trasporto è stata incrementata di oltre 9 volte rispetto a quella della vecchia rete (potenza termica di 77 MW a fronte degli 8 MW forniti dalla rete preesistente). Per i Giudici è, dunque, "del tutto incongruo negare il più esteso periodo di incentivazione".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google