Nextville - logo

News e articoli

22 Marzo 2019

Terna, approvato il Piano Strategico 2019-2023

(Filippo Franchetto)

L'investimento complessivo sula rete elettrica nazionale, previsto da Terna per il quinquennio 2019-2023, sarą pari a 6,2 miliardi di euro; per la societą si tratta del piano di investimenti pił alto di sempre (+20% rispetto al precedente piano).

Lo scorso 20 marzo il Consiglio di amministrazione di Terna Spa, sotto la presidenza di Catia Bastioli, ha approvato il Piano Strategico 2019-2023 e i risultati consolidati del 2018. Tutti gli obiettivi economico-finanziari prefissati sono stati raggiunti e le stime per il prossimo quinquennio prevedono una crescita di oltre il 4% medio annuo in termini di ricavi e margine operativo.

Particolarmente significativo è l'accento dato da Terna all'impegno di concentrare gli investimenti in interventi che accompagnino il sistema elettrico verso la completa decarbonizzazione e favoriscano la piena integrazione in rete di energia da fonti rinnovabili. Dei 6,2 miliardi stanziati, più di 3 riguarderanno investimenti di sviluppo della rete elettrica nazionale con interventi per rafforzare le connessioni tra le zone di mercato, razionalizzare le reti nelle principali aree metropolitane del Paese e incrementare le interconnessioni. Altri 2 miliardi di euro saranno dedicati ad attività di rinnovo ed efficienza, principalmente per il miglioramento della qualità del servizio e per la digitalizzazione della rete elettrica. Circa 1 miliardo, infine, sarà investito per la realizzazione e l’installazione di dispositivi per accrescere la sicurezza e la stabilità della rete, quali ad esempio i compensatori sincroni nei punti più critici per la gestione dei flussi di energia.

Nell’ambito di queste tre categorie di investimento, Terna dedicherà circa 700 milioni di euro esclusivamente per interventi di digitalizzazione e innovazione, con lo sviluppo di soluzioni e progetti ad elevate prestazioni tecnologiche per far fronte alla crescente complessità del sistema. Un impegno che tiene conto delle crescenti sfide legate alla variabilità della domanda e ad una sempre maggiore produzione da fonti rinnovabili non programmabili. Terna prevede in particolare un ulteriore sviluppo della propria rete in fibra ottica con un piano mirato di nuova posa, nuovi sistemi digitali per il controllo e la diagnostica delle infrastrutture di rete e dell’ambiente circostante, nonché soluzioni innovative per il monitoraggio di elettrodotti e stazioni elettriche anche da remoto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google