Nextville - logo

News e articoli

27 Marzo 2019

Autoconsumo, i risultati della consultazione

(Redazione Nextville)

Pubblicati i risultati della consultazione pubblica sul sostegno alle attivitą produttive mediante l'impiego di sistemi di generazione, accumulo e autoconsumo di energia elettrica. A breve una risoluzione di indirizzo al Governo.

La consultazione era stata avviata il 1° ottobre 2018 dalla Commissione Industria, commercio, turismo del Senato, dopo una lunga serie di audizioni dei soggetti interessati.

A conclusione dell'inchiesta pubblica, è stato pubblicato un Dossier che offre un'analisi degli esiti e dei contributi, sintetizzati in tre argomenti principali:

• sistemi di distribuzione chiusi,

• generazione, accumulo e autoconsumo di energia da fonti rinnovabili all'interno di condomini e altri edifici,

• comunità energetiche rinnovabili.

Come emerge dal Dossier, la gran parte dei commenti ricevuti durante la consultazione si è mostrata favorevole alla creazione di un quadro regolatorio che permetta ai clienti del mercato elettrico una partecipazione attiva e in forma aggregata, sia dal lato della domanda che dell’offerta di energia.

L'autoconsumo non dovrà più essere limitato ai Sistemi efficienti di utenza (SEU) e ai Sistemi di distribuzione chiusi (SDC), "ma dovra essere sempre più collettivo - ha affermato Gianni Girotto, Presidente della Commissione Industria - e riferito a un ambito geografico più ampio. Grazie anche all’impulso della normativa comunitaria e della direttiva 2018/2001/Ue (la cosiddetta RED II), la produzione e il consumo potranno essere non solo contigui, ma anche in un ambito di prossimità/vicinanza e l’autoconsumo potrà essere anche collettivo, principalmente attraverso lo strumento delle comunità di energia rinnovabile e del consumo collettivo negli edifici".

Un nuovo modello di autoconsumo comporterebbe anche considerevoli vantaggi dal punto di vista dell'efficienza energetica: "i dati del GSE mostrano, infatti, che per ogni TWh di energia auto consumata si registrano il 5,80% di perdite in meno e la conseguente riduzione dei costi di sviluppo ed esercizio delle reti elettriche".

A breve la Commissione Industria del Senato approverà una risoluzione finale di indirizzo al Governo, nella quale si prenderà atto dei risultati della consultazione.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google