Nextville - logo

News e articoli

28 Marzo 2019

Geotermia, primo tavolo di confronto al MiSE

(Redazione Nextville)

L'incontro che si svolto ieri presso il Ministero dello sviluppo economico stato presieduto dal sottosegretario Davide Crippa ed ha visto la partecipazione delle Regioni e di alcuni Comuni in cui sono presenti impianti geotermici.

Il tavolo di confronto è stata l'occasione per affrontare alcuni aspetti tecnologici legati ai diversi utilizzi della geotermia e ai possibili sviluppi sull'utilizzo del calore geotermico. Particolare attenzione è stata data alle soluzioni impiantistiche in grado di minimizzare gli impatti ambientali.

"E' stata una riunione positiva - ha commentato Crippa - perché è emersa una disponibilità, da parte dei soggetti interessati, a lavorare in sinergia per realizzare impianti innovativi nel campo della geotermia che consentiranno un'ulteriore riduzione degli inquinanti e la raccolta della CO2 per scopi commerciali. Tutto ciò ci permetterà di diventare un Paese all'avanguardia nell'esportazione di questo know how".

Ricordiamo che lo scorso dicembre, al termine di un duro braccio di ferro con le Regioni, il Governo aveva deciso di escludere il geotermoelettrico (sia quello convenzionale che quello innovativo) dalle tecnologie incentivate dal decreto FER 1, attualmente all'esame della Commissione europea. Gli incentivi per la geotermia, quindi, verranno determinati dal cosiddetto decreto FER 2 - in fase di elaborazione presso il MiSE - insieme alle altre fonti e tecnologie "che presentano significativi elementi di innovatività nel contesto nazionale con costi fissi ancora elevati o tempi maggiori di sviluppo, ovvero che hanno costi elevati di esercizio". Oltre alla geotermia, il decreto FER 2 regolerà gli incentivi anche per eolico off shore, energia oceanica, biomasse, biogas e solare termodinamico.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google