Nextville - logo

News e articoli

29 Marzo 2019

Riqualificazione in chiave smart city per Livorno

(Redazione Nextville)

Lampioni a led intelligenti, semafori telecontrollati, sensori e telecamere per la gestione del traffico e della sosta dei veicoli e monitoraggio ambientale: queste alcune tecnologie del programma di riqualificazione messo in campo da ENEA per Livorno.

Grazie al progetto ES-PA - Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione, coordinato dall’ENEA, per rafforzare le competenze degli amministratori pubblici sui temi energetici e della sostenibilità - Livorno potrà adottare tutta una serie di soluzioni efficienti, che consentiranno alla città di risparmiare fino al 70% di energia e ottenere un taglio della CO2 di oltre 1.400 tonnellate annue.

Oltre alle soluzioni già citate, la trasformazione di Livorno in chiave smart prevede anche torrette di ricarica elettrica e per il pronto soccorso, sensori per il controllo dell’allagamento di sottopassi, la riqualificazione delle linee elettriche, sistemi di video sorveglianza wi-fi urbano e fibra ottica.

"Insieme all’amministrazione comunale stiamo predisponendo soluzioni che, oltre ai benefici economici e ambientali, avranno un impatto positivo anche sulla vita dei cittadini”, evidenzia Stefano Pizzuti, responsabile del laboratorio ENEA "Smart Cities and Communities"

Nell’ambito del progetto, ENEA ha anche sviluppato una piattaforma informatica, denominata PELL (Public Energy Living Lab), che permette di monitorare e misurare le prestazioni dell’intera infrastruttura digitale. La piattaforma ha, infatti, come obiettivo quello di supportare una riorganizzazione dei processi gestionali delle infrastrutture pubbliche energivore, partendo da una mappatura e raccolta standardizzata ed omogenea dei loro dati d’identità e di consumo, dallo sviluppo di protocolli di trasmissione dei dati che ne consentano l’operabilità e, in ultimo, approdare sia alla creazione di un vero e proprio catasto nazionale, strutturato in un DB interoperabile, sia in un tool di monitoraggio e valutazione delle prestazioni dei servizi.

"Grazie a questa piattaforma, per la prima volta in Italia in una gara per l’affidamento dell’illuminazione pubblica è stato possibile adottare l’istituto del dialogo competitivo, caratterizzato da modalità più flessibili che riescono a conciliare la prestazione di un servizio pubblico con la capacità innovativa delle imprese”, ha affermato Nicoletta Gozo della divisione ENEA "Smart Energy".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google