Nextville - logo

News e articoli

17 Maggio 2019

Le raccomandazioni UE per edifici efficienti

(Maria Antonietta Giffoni)

La Commissione UE ha pubblicato un documento con una serie di raccomandazioni su come i Paesi membri potrebbero recepire al meglio quanto disposto dalla nuova direttiva sulla prestazione energetica degli edifici, entrata in vigore nel luglio del 2018.

Gli edifici rappresentano circa il 40% del consumo finale di energia. Il ruolo del settore edilizio è, dunque, fondamentale per il conseguimento degli obiettivi che l'Europa si è data al 2030 in tema di risparmio di energia (32,5%) e riduzione di emissioni di C02 (40%).
Tra le misure adottate per raggiungerle, c'è direttiva 2018/844/Ue sulla prestazione energetica degli edific, che ha rivisto la direttiva 2010/31/Ue e che gli Stati membri devono recepire entro il 10 marzo 2020.

Proprio per consentire ai Paesi Ue di interpretare e applicare al meglio le disposizioni della nuova direttiva, la Commissione ha pubblicato la Raccomandazione 2019/786/Ue.

Uno degli aspetti sui cui maggiormente si soffermano le Linee guida allegate alla Raccomandazione riguarda le strategie di ristrutturazione a lungo termine (SRLT). Secondo le raccomandazione della Commissione, per essere efficaci le SRLT dovrebbero includere tutta una serie di elementi e cioè: rassegna parco immobiliare, approcci alla ristrutturazione efficace in termini di costi, politiche azione sulle deep renovation, politiche e azioni rivolte agli edifici pubblici, incentivi per le tecnologie intelligenti, ecc.

Sono presenti raccomandazioni anche sui meccanismi finanziari che gli Stati membri devono prevedere per agevolare gli investimenti nelle ristrutturazioni edilizie. L'indicazione della Commissione è di "istituire l'accesso a una serie di meccanismi di finanziamento a sostegno della mobilitazione degli investimenti, soprattutto esaminando in che modo usare i finanziamenti innovativi per permettere ai piccoli clienti e ai piccoli fornitori di beneficiare effettivamente di un finanziamento". Seguono una serie interessante di esempi di meccanismi finanziari che si potrebbero adottare in tal senso.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google