Nextville - logo

News e articoli

27 Maggio 2019

Mobilitą elettrica, anche in Italia si sperimenta il Vehicle to Grid

(Maria Antonietta Giffoni)

Enel X e Nissan avviano presso la sede RSE di Milano un centro di prova per la sperimentazione della tecnologia V2G, per utilizzare le auto elettriche come sistemi di accumulo per il bilanciamento della rete elettrica.

Dopo i progetti pilota avviati in Danimarca, nel Regno Unito e in Olanda, Enel X e Nissan ci provano anche in Italia, insieme a RSE la società per lo sviluppo di attività di ricerca nel settore elettro-energetico, controllata dal GSE.

Ed è proprio nella sede di Milano della RSE che verrà avviata la prima sperimentazione italiana per lo sviluppo e la dimostrazione del Vehicle to Grid, un sistema avanzo di ricarica intelligente per veicoli elettrici (EV), che consente ai veicoli stessi di prelevare energia dalla rete, ma anche di immetterla.

Il progetto ha l'obiettivo di "testare le funzionalità del V2G in base alle abitudini degli utenti privati e di coloro che utilizzano veicoli di flotte aziendali. Durante i periodi di ricarica le batterie saranno impiegate come sistemi di accumulo energetico connessi alla rete".

L'esperimento prevede l'installazione delle colonnine di ricarica bidirezionale di Enel nella microrete sperimentale di RSE. Le colonnine serviranno per alimentare auto elettriche Nissan LEAF che, attraverso una piattaforma informatica di controllo, saranno utilizzate come sistemi di accumulo per la stabilizzazione della rete.

"La possibilità di sfruttare per più finalità le batterie attraverso il Vehicle to Grid permetterà - si legge nel comunicato stampa - da un lato di disporre, senza costi aggiuntivi, di un sistema di accumulo domestico o aziendale e, dall’altro, di dare un importante contributo alla stabilità e all’efficienza del sistema elettrico; uno strumento in grado di favorire ulteriormente la diffusione dei veicoli elettrici nel nostro Paese".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google