Nextville - logo

News e articoli

3 Luglio 2019

ENEA: con ecobonus investiti 3,3 miliardi nel 2018

(Redazione Nextville)

Nel solo 2018, nel nostro Paese sono stati realizzati oltre 300mila interventi di riqualificazione energetica, muovendo investimenti per un valore di 3,3 miliardi di euro.

Questi sono alcuni dei numeri emersi dall’8° "Rapporto annuale sull’efficienza energetica" dell’ENEA, presentato oggi a Roma insieme al "Rapporto annuale sulle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti".

Gli interventi più frequenti realizzati nel corso nel 2018 hanno riguardato la sostituzione dei serramenti (1,2 miliardi di spesa), la coibentazione di solai e pavimenti (circa 1 miliardo) e l'installazione di caldaie e condensazione e pompe di calore (circa 800 milioni). Oltre tre quarti degli investimenti sono stati effettuati su edifici costruiti prima degli anni ‘80. Guardando al bilancio di 12 anni di ecobonus (introdotto appunto nel 2007), risultano essere stati oltre 39 i miliardi di euro complessivamente investiti nella riqualificazione energetica, con un risparmio cumulato di circa 100 milioni di MWh.

Interessante anche il confronto con il bonus casa (detrazione del 50%), che nel 2018 - primo anno di monitoraggio - ha accompagnato la realizzazione di 500mila interventi, per un risparmio energetico stimato di 700mila MWh. I risparmi conseguiti grazie all'ecobonus nel 2018, invece, sono stati di 16 milioni di MWh, pari al consumo medio annuo di energia elettrica e termica delle famiglie di una città di 2,5 milioni di abitanti.

Il Rapporto annuale sull’efficienza energetica mostra anche i risultati positivi di altre tipologie di incentivi. A partire dal Conto termico, che nel 2018 ha registrato 93mila richieste (+115% rispetto all'anno precedente) e un incremento del 90% dei fondi stanziati, pari a 190 milioni. Ottimi numeri anche per il PREPAC (Programma di Riqualificazione Energetica della PA Centrale), che ha raccolto 100 proposte progettuali per un valore superiore a 177 milioni di euro. I Certificati Bianchi, infine, hanno comportato minori importazioni di energia elettrica e gas naturale per 14 milioni di MWh, con un risparmio di 400 milioni di euro sulla fattura energetica nazionale.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google