Nextville - logo

News e articoli

4 Luglio 2019

Eolico, verso nuovi standard per il riciclo delle pale

(Redazione Nextville)

Il progressivo invecchiamento del parco eolico e la conseguente necessitą di dismettere un gran numero di impianti stanno spingendo verso nuovi approcci, che consentano di aumentare la riciclabilitą delle vecchie pale.

Grazie alle 130mila turbine installate, nel 2008 l'eolico ha fornito il 14% dell'energia elettrica consumata in Europa. Si stima che nei prossimi 5 anni, circa 12mila turbine presenti nel vecchio continente dovranno essere dismesse. Ma, pur rappresentando una percentuale minima del peso dell'intera turbina, le pale presentano alcune difficoltà in fase di riciclo, essendo realizzate con materiali compositi.

È a partire da questi presupposti che WindEurope, Cefic (European Chemical Industry Council) ed EUCIA (European Composites Industry Association) hanno deciso di unire le proprie forze, creando una piattaforma intersettoriale per promuovere nuovi ed efficienti approcci al riciclo delle pale. Tra gli obiettivi, c'è anche quello di trasferire anche su altri segmenti di mercato le conoscenze che verranno acquisite, migliorando così - in un'ottica di economia circolare - la sostenibilità generale dei materiali compositi.

Giles Dickson, amministratore delegato di WindEurope, ha dichiarato: "L'energia eolica è una parte sempre più importante del mix energetico europeo. La prima generazione di turbine eoliche sta ora iniziando a raggiungere la fine della vita operativa e dovrà essere sostituita da turbine moderne. Riciclare le vecchie pale per noi è una priorità e collaborare con le industrie chimiche e dei materiali compositi ci consentirà di farlo nel modo più efficace."

Positivo anche il commento di Roberto Frassine, presidente di EUCIA: "Il settore dell'energia eolica è sempre stato in prima linea nell'uso dei materiali compositi, in quanto funzionali alla generazione di energia sostenibile. Con questa collaborazione speriamo di stabilire un grande standard di settore che alla fine aiuterà anche i clienti in altri settori, come quello marittimo e delle costruzioni."

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google