Nextville - logo

News e articoli

19 Luglio 2019

Burden sharing, bene (quasi) tutte le regioni italiane

(Redazione Nextville)

Il nuovo rapporto pubblicato dal GSE presenta i dati statistici ufficiali sui consumi finali lordi di energia, da fonti rinnovabili e complessivi, rilevati in Italia, nelle regioni e nelle province autonome italiane tra il 2012 e il 2017.

Ricordiamo che il decreto sul Burden sharing (Dm 15 marzo 2012) fissa il contributo che le diverse regioni e province autonome sono tenute a fornire ai fini del raggiungimento dell'obiettivo nazionale sulle FER (quota FER sui consumi finali lordi pari almeno al 17% nel 2020), attribuendo a ciascuna di esse specifici obiettivi regionali al 2020. Inoltre a ciascuna regione è associata una traiettoria indicativa, in cui sono individuati obiettivi intermedi relativi agli anni 2012, 2014, 2016 e 2018.

Il rapporto del GSE mostra una situazione complessivamente positiva: nella maggior parte delle regioni e province autonome, la quota dei consumi energetici coperta da fonti rinnovabili (ovvero il rapporto tra i CFL da FER e i CFL complessivi) registrata nel 2017 risulta superiore alle previsioni del decreto burden sharing relative al 2016 e al 2018; in 14 regioni risultano superati anche gli obiettivi fissati per il 2020. La quota più elevata nel 2017 è raggiunta dalla Valle d'Aosta, che copre con le rinnovabili l'82% dei propri consumi energetici, seguita dalla Provincia di Bolzano (64%), dalla Basilicata e dalla Provincia di Trento (entrambe 45%), dalla Calabria (43%) e dal Molise (40%).

A livello complessivo nazionale, il dato rilevato al 2017 (17,4%, al netto del contributo FER nel settore dei trasporti) supera di quasi un punto percentuale quello dell’anno precedente e risulta superiore sia alla previsione per il 2018 (12,2%) sia alla previsione per il 2020 (14,3%).

I buoni risultati mostrati nel rapporto sono ricollegabili - secondo il GSE - essenzialmente a due fenomeni: da un lato il buono sviluppo delle fonti rinnovabili sia nel settore elettrico sia nel settore termico, dall'altro la tendenziale contrazione dei consumi energetici complessivi.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google