Nextville - logo

News e articoli

24 Luglio 2019

Soggetto 'no-tax area' può cedere credito a genitore finanziatore

(Redazione Nextville)

Il proprietario di un'unità immobiliare può cedere il credito d'imposta al genitore che gli ha prestato i soldi per sostenere le spese di riqualificazione energetica.

L'Agenzia delle entrate, con Risposta n. 298/2019, affronta il caso di un soggetto rientrante nella cosiddetta no-tax area che ha chiesto un prestito ad uno dei genitori per realizzare interventi di riqualificazione energetica in un'unità immobiliare di cui è proprietario. Tale soggetto chiede all'Agenzia se nel suo caso sussista la possibilità di cedere al genitore il credito d’imposta corrispondente alle detrazioni cui avrebbe diritto, "considerando il genitore prestatore come un altro soggetto privato collegato al rapporto che ha dato origine alla detrazione".

La normativa vigente stabilisce che, tra i soggetti a favore dei quali può essere effettuata la cessione del credito, rientrino i fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi agevolabili o altri soggetti privati. Questi ultimi comprendono anche le persone fisiche, a patto che siano collegate al rapporto che ha dato origine alla detrazione.

Nel caso specifico, il contribuente, trovandosi in situazione di incapienza nell’anno che precede quello di sostenimento delle spese, può cedere il credito d'imposta al proprio genitore in quanto persona fisica finanziatore dei lavori. A sua volta, il genitore, potrà utilizzare il credito ricevuto solo in compensazione, presentando il modello di versamento F24 tramite i servizi telematici dell’Agenzia.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google