Nextville - logo

News e articoli

5 Settembre 2019

PNIEC, le raccomandazione della Commissione Ue all'Italia

(Filippo Franchetto)

Sulla Gazzetta ufficiale della Ue del 3 settembre 2019 sono state pubblicate le raccomandazioni della Commissione europea sui Piani nazionali per l’energia e il clima al 2030 dei singoli Stati membri.

Rissumiamo alcune delle principali valutazioni effettuate dalla Commissione sul PNIEC italiano.

Per quanto riguarda le fonti rinnovabili, la Commissione europea raccomanda innanziatutto - in vista dell'obiettivo del 30% di FER entro il 2030 - di adottare politiche e misure dettagliate e quantificate che siano in linea con gli obblighi imposti dalla direttiva 2018/2001, così da poter raggiungere l'obiettivo con tempestività ed efficacia in termini di costi. Bruxelles inoltre chiede di "innalzare il livello di ambizione per le fonti rinnovabili nel settore del riscaldamento e del raffrescamento", così da conseguire l'obiettivo fissato all'articolo 23 della direttiva.

La Commissione inoltre chiede all'Italia di presentare misure per conseguire l'obiettivo delle FER nel settore dei trasporti, fissato all'articolo 25 della direttiva. Altra richiesta importante è quella di "ridurre complessità e incertezza normativa e precisare i quadri favorevoli all'autoconsumo di energia da fonti rinnovabili e alle comunità di energia rinnovabile", in conformità agli articoli 21 e 22 della direttiva.

Sul fronte dell'efficienza energetica, si chiede di accertare che gli strumenti politici illustrati nella proposta di PNIEC permettano risparmi adeguati anche nel periodo 2021-2030; i regimi di sostegno all'efficienza energetica attualmente vigenti, dunque, dovranno essere aggiornati e migliorati nel PNIEC definitivo e nelle successive relazioni intermedie. La Commissione richiede anche di "continuare a operare per rafforzare le misure di efficienza energetica nell'edilizia (per gli edifici pubblici e privati, nuovi ed esistenti) e nei trasporti", settori nei quali sono presenti "considerevoli potenzialità inespresse" di risparmio.

Da segnalare, infine, anche la richiesta al nostro paese di "elencare le azioni intraprese e i piani previsti per l'eliminazione graduale delle sovvenzioni all'energia, specie quelle ai combustibili fossili".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google