Nextville - logo

News e articoli

6 Settembre 2019

Bubble, il taxi su acqua elettrico e a energia rinnovabile

(Maria Antonietta Giffoni)

╚ stato presentato a Parigi, Sanit-Tropez e Miami il prototipo di un aliscafo elettrico progettato per fare servizio di taxi sui corsi d'acqua delle cittÓ. A zero emissioni, zero rumore e con le fonti rinnovabili.

Il prototipo è stato ideato dalla startup SeaBubbles, fondata da Alain Thébault, un marinaio francese che da anni sperimenta la mobilità sostenibile su acqua.
Insieme a Anders Bringdal, quattro volte campione del mondo di windsurf, da qualche anno lavora al progetto Bubble, con l'idea di ridurre la congestione del traffico nelle città, sfruttando i corsi d'acqua.

Bubble, infatti, è stato concepito come un "taxi d'acqua": un modo veloce, sostenibile e a emissioni zero per la mobilità pubblica sostenibile. "Le città sono inquinate e congestionate dal traffico" spiega Bringdal. "Molte città hanno corsi d'acqua che potrebbero essere utilizzati per spostarsi in città. Con Bubble, lo possiamo fare in modo veloce, economico e a zero emissioni".

Bubble ha due motori elettrici, ognuno dei quali ha una potenza di 18 kW. La batteria è, invece, da 41 kW/h e agli ioni di litio, con un'autonomia di 2 ore e mezza.
L'imbarcazione ha cinque posti e può raggiungere i 32 chilometri orari. La struttura portante è realizzata con una combinazione fra fibra di carbonio e vetr, per ottimizzare resistenza e leggerezza.

Ma la cosa più sorprendente è che riesce a sollevarsi dall'acqua come un aliscafo: una volta raggiunti i 12 chilometri orari, Bubble si solleva su delle idroali e naviga a 40 cm sopra il livello acqua. In questo modo la navigazione risulta più efficiente, meno rumorosa. evitando qualsiasi problema di mal di mare procurato dal rollio delle onde.

La ricarica della batteria avviene durante le fasi di imbarco e sbarco dei passeggeri: Bubble si aggancia a un molo che funge da stazione di ricarica. Progettate dall’architetto oceanografo Jacques Rougerie specializzato in installazioni sottomarine, le dock station per la ricarica di Bubble ospitano idrogeneratori, con motori a turbina sommersi che sfruttano il moto delle onde, pannelli solari e generatori eolici per produrre energia che viene immagazzianta in batterie al litio.

Il progetto include una App per le prenotazioni online, con un sistema di geolocalizzazione che permette all’utente di individuare il dock più vicino e prenotare un posto, in funzione della destinazione e dell’orario.

Speriamo di vederle presto anche in qualche città italiana, visto che sono molte quelle che hanno corsi d'acqua navigabili.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google