Nextville - logo

News e articoli

25 Settembre 2019

La Scozia verso il 100% di elettricità da rinnovabili

(Filippo Franchetto)

Ben presto la nazione scozzese potrà soddisfare tutto il proprio fabbisogno elettrico unicamente grazie a fonti energetiche pulite: eolico, idroelettrico e fotovoltaico.

Un recente rapporto pubblicato dalla Scottish Renewables (organismo rappresentativo dell'industria scozzese delle rinnovabili) mostra come eolico, idroelettrico e fotovoltaico forniscono già oggi i tre quarti dell'elettricità richiesta, a costi competitivi. Eolico onshore e fotovoltaico a terra, in particolare, hanno visto negli ultimi anni le più forti riduzioni di costo, rendendole in assoluto le fonti di generazione elettrica più competitive sul mercato.

In Scozia oggi il settore delle rinnovabili elettriche impiega complessivamente 17.700 addetti e apporta numerosi benefici in termini di innovazione, coesione sociale, riduzione delle emissioni e miglioramento dell'economia rurale. Come evidenziato nel rapporto, si tratta di risultati grazie ad una precisa volontà politica: il governo scozzese, infatti, ha dichiato l'emergenza climatica e si è impegnato a raggiungere l'obiettivo di zero emissioni di CO2 entro il 2045.

Il rapporto mostra anche alcuni interessanti casi studio, come quello della piccola isola di Gigha che ospita uno dei primi parchi eolici di proprietà della collettività, e inoltre analizza tutte le diverse tipologie di professionalità coinvolte nella pianificazione, costruzione e gestione di un tipico parco eolico.

Claire Mack, amministratrice delegata di Scottish Renewables, ha dichiarato: "Il documento illustra soltanto alcuni dei numerosi vantaggi che le energie rinnovabili stanno portando in Scozia: dalle isole che dipendono dall'energia eolica per il oro fabbisogno quotidiano alle imprese rurali che producono calore da rinnovabili migliorando la propria sostenibilità, sia ambientale che economica. Sono estremamente orgogliosa del fatto che i progetti di impianti a energia rinnovabile stiano offrendo posti di lavoro e un aiuto alle comunità, in particolare nelle zone rurali, contribuendo nel contempo a sostituire le emissioni di CO2 che sono causa dei cambiamenti climatici".

Ma, come ricorda il documento, anche se l'obiettivo del 100% di elettricità da rinnovabili sembra davvero a portata di mano, lo stesso non si può dire per i settori dei trasporti e della produzione di calore, sulla cui progressiva decarbonizzazione si dovranno ora concentrare gli sforzi del governo scozzese.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google